AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
29 Novembre 2020
Ci sono 362 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Articoli marcati con tag ‘espansione dell’Universo’

espansione universo
Letto 411 volte - Nessun commento
La scoperta dell’espansione dell’universo, fatta negli anni Venti del secolo scorso, rappresenta un punto di svolta epocale, poiché sconvolge la maniera in cui per millenni l’umanità aveva concepito il cosmo. Fin dall’antichità l’universo era stato visto infatti come qualcosa di statico, le cui variazioni sono costituite esclusivamente da cicli che si ripetono sempre uguali a [...]
GRB080319B_illustration_NASA
Letto 9.367 volte - Nessun commento
I GRB come candele standard. Non è una relazione qualsiasi: stabilendo una correlazione fra alcune proprietà dei lampi di raggi gamma, apre la strada a indagini sulla natura dell’energia oscura e sul valore della costante di Hubble. L’ennesima conferma della sua validità arriva ora dal telescopio Fermi della Nasa. Abbiamo intervistato lo scienziato che nel 2002 la formulò: Lorenzo Amati, dell’Istituto nazionale di astrofisica
Structure_of_the_Universe-340x278
Letto 4.749 volte - Nessun commento
Un nuova ricerca ha stabilito che dalla forma dei vuoti presenti nella Sloan Digital Sky Survey è possibile misurare l’espansione cosmica con un precisione molto maggiore di quanto sia stato possibile fare fino ad ora. I risultati dello studio su Physical Review D
fq
Letto 5.889 volte - Nessun commento
UN’ALTRA MISURA DELL’ESPANSIONE DELL’UNIVERSO Uno studio dei ricercatori dell’Università di Firenze, dell’Inaf e della Durham University misura l’evoluzione dell’Universo nei primi miliardi di anni dal Big Bang. La ricerca è stata pubblicata su Nature Astronomy
banner home Hubble Lemaitre
Letto 8.042 volte - Nessun commento
Approvata a Vienna la settimana scorsa, in chiusura dell’Assemblea generale dell’Unione astronomica internazionale, una risoluzione per rinominare la legge sull’espansione dell’universo “Hubble-Lemaître law”. Massimo Della Valle (Inaf): «Mi pare doveroso»
planck-all-maps
Letto 8.041 volte - Nessun commento
Spettacolari conferme e un nuovo enigma. I risultati definitivi della missione Esa ratificano, con una precisione senza precedenti, la validità del modello standard della cosmologia. Con un’importante eccezione: l’esatto valore della costante di Hubble. È attorno a quel numero che osservazioni e modelli dovranno ora cimentarsi, ed è lì che potrebbe annidarsi la necessità di una nuova fisica
il fondo cosmico a micoonde ricostruito sui dati delll'Osservatorio spaziale Planck dell'ESA
Letto 7.126 volte - Nessun commento
AVREBBERO RAGIONE SIA HUBBLE CHE PLANCK L’espansione dell’universo, nel corso di miliardi di anni, potrebbe aver modificato andamento: partita a passo lento, ora corre veloce. Un fenomeno che potrebbe essere imputabile all’azione di una dark energy “dinamica”, spiega a Media Inaf Marco Raveri, coautore d’uno studio pubblicato su Nature Astronomy
solvingoneof
Letto 5.647 volte - Nessun commento
Assieme alla materia oscura, l’energia oscura è uno dei grandi interrogativi della cosmologia. Una nuova ricerca di un team dell’Università della British Columbia prova una nuova strada per la spiegazione dell’accelerazione dell’espansione dell’Universo, quello della fluttuazione quantistica.
Studied lensed quasars of H0LiCOW collaboration
Letto 3.318 volte - Nessun commento
La luminosità dei quasar varia col tempo. Confrontandone le variazioni nelle diverse immagini prodotte attraverso le lenti gravitazionali, dove entrano in gioco ritardi dovuti alle differenti lunghezze dei percorsi adottati dalla luce, gli astronomi sono riusciti a derivare in modo semplice e diretto il valore della costante di Hubble
pioneer
Letto 3.299 volte - Nessun commento
Uno studio dell’Università del Missouri analizza come l’espansione dell’Universo alteri la propagazione della luce nel sistema solare, e così facendo offra una soluzione a un mistero studiato per anni: perché le sonde Pioneer della NASA sembrano rallentare più del previsto mentre si allontanano dalla Terra?
[archive]