×
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
30 Aprile 2017
Ci sono 204 utenti collegati
Atik Cameras
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Articoli marcati con tag ‘esopianeti’

Artist’s impression of the newly-discovered rocky exoplanet, L
Letto 2.427 volte - 2 Commenti
Situata ad appena 40 anni luce, nel sistema stellare Lhs 1140, è stata identificata grazie al metodo del transito. Secondo gli astronomi si tratta di un oggetto molto interessante, al punto tale che è stato posto in cima alla lista dei casi che hanno la precedenza. L’obiettivo? Verificare la presenza di eventuali atmosfere planetarie. I risultati su Nature
Artist’s impression of the TRAPPIST-1 planetary system
Letto 9.543 volte - 11 Commenti
Un sistema stellare di almeno sette pianeti delle dimensioni della Terra a soli 40 anni luce di distanza! E’ quanto ci svela uno studio uscito oggi su Nature: utilizzando telescopi terrestri e spaziali, tra cui il Very Large Telescope dell’ESO i sette pianeti sono stati visti in transito di fronte alla loro stella, Trappist-1, e tre di loro si trovano nella zona di abitabilità. E’ il più numeroso sistema di pianeti simili alla Terra e con il maggior numero di pianeti con possibilità di avere acqua liquida, e quindi sostenere la vita, fin’ora trovato.
BVXrHQM-Imgur
Letto 3.162 volte - Un Commento
Altri mondi, pianeti extrasolari in orbita attorno alla loro stella. L’era delle immagini dirette di esopianeti è appena iniziata, ma già possiamo immaginare quanto affascinanti saranno le immagini, e la scienza, in arrivo!
Letto 2.134 volte - Nessun commento
L’individuazione del pianeta extrasolare Proxima b, in orbita attorno alla stella a noi più vicina, proxima Centauri, costituisce sicuramente una delle scoperte più entusiasmanti e importanti di quest’ultimo periodo. A incrementare il valore della scoperta c’è il fatto che il pianeta extrasolare è di tipo roccioso e posto nella zona di abitabilità della stella. Si [...]
13419119_10201851442323435_2597125204625380504_n
Letto 2.152 volte - Nessun commento
La scoperta del pianeta extrasolare Proxima b, in orbita alla stella a noi più vicina, Proxima Centauri, ha acceso le fantasie e le speranze degli astronomi e non solo. Abbiamo contattato Giovanni Bignami, astrofisico, divulgatore scientifico e ex presidente di ASI e INAF e ci siamo divertiti a parlare con lui a tutto campo di [...]
e-elt
Letto 2.124 volte - Nessun commento
La notizia della scoperta di un pianeta orbitante attorno alla stella Proxima Centauri, Proxima b, ci ha riempiti di entusiasmo, soprattutto per la possibilità che possa avere caratteristiche tali da renderlo compatibile con la presenza di acqua in forma liquida sulla sua superficie e quindi possa ospitare forme di vita. Questa notizia ha come aumentato la [...]
eso1629a
Letto 5.658 volte - Nessun commento
Tra anticipazioni, rumors e embarghi più o meno rispettati, è arrivata la conferma con un articolo pubblicato su Nature: la campagna “Pale Red Hot” rivela un mondo roccioso di circa 1,3 masse terrestri nella fascia abitabile di Proxima Centauri, la stella a noi più vicina!
i dieci esopianeti studiati da Hubble e Sptizer. Impressione artistica.
Letto 5.682 volte - Nessun commento
Hubble e Spitzer rivelano le differenze delle atmosfere di dieci esopianeti e, con lo studio comparativo più ampio di sempre, aiutano a risolvere il “mistero dell’acqua mancante”.
CompHab1
Letto 4.246 volte - Nessun commento
L’elenco dei pianeti extrasolari rocciosi in zona abitabile – adatti alla vita – per ora non è molto lungo, ma nel giro di pochi anni ne conosceremo probabilmente centinaia. Ricercatori dell’Università di Washington hanno sviluppato un indice per classificare quelli più promettenti, e utilizzare al meglio i futuri grandi telescopi come il James Webb, successore di Hubble
Letto 1.615 volte - 4 Commenti
Tra una nube e l’altra ho voluto riprendere la nostra Stella gemella dove orbita Kepler 452b. Ccd Atik 428ex mono, 40 pose da 30" cad. elab. con Nebulosity 3.
earthlikepla
Letto 3.544 volte - Nessun commento
Un gruppo di ricercatori della Cornell University ha recentemente condotto un’analisi sull’effetto della radiazione ultravioletta emessa dalle stelle madri e ricevuta dai pianeti che vi ruotano attorno. In particolari condizioni essa potrebbe determinare lo sviluppo della vita rendendo questi pianeti affini alla nostra Terra
tracce di vita aliena
Letto 11.438 volte - Un Commento
Secondo un pronunciamento dell’attuale Chief Scientist della NASA, nuovi strumenti e future missioni spaziali forniranno a breve la prova dell’esistenza della vita; se non nel Sistema solare, sicuramente sui pianeti extrasolari. È una sua personale opinione o un parere condiviso dall’intera comunità astronomica? Nel dubbio, abbiamo chiesto di commentare la notizia ad alcuni dei massimi [...]
kepler432_system
Letto 3.741 volte - Nessun commento
Due nuovi pianeti massicci sono stati scoperti attorno ad una gigante rossa. Si tratta di due gioviani-caldi di cui uno in particolare, Kepler-432b, presenta delle stranezze. Secondo i ricercatori, il pianeta potrebbe rappresentare un caso raro oppure potrebbe far parte di una comune classe di esopianeti che vengono di solito distrutti man mano che le loro stelle ospiti evolvono. I risultati su Astrophysical Journal
exoplanet-destruction_01-340x222
Letto 3.436 volte - Un Commento
IN CERCA DI UNA TERRA GEMELLA. Arriva la task force NASA per la ricerca di vita extraterrestre: un gruppo di ricerca interdisciplinare guidato dall’Università dell’Arizona, che raccoglie membri da una decina di università differenti, tre centri dell’agenzia spaziale statunitense e due istituti di ricerca.
Artist’s impression of the exoplanet 51 Pegasi b
Letto 5.063 volte - Nessun commento
Dai dati del cacciatore di pianeti HARPS51, rilevato per la prima volta in modo diretto lo spettro di luce visibile riflessa di un esopianeta. La nuova tecnica di osservazione sviluppata dai ricercatori avrà un brillante futuro, in particolare con l’avvento degli strumenti di nuova generazione, come EXPRESSO, sul VLT, e dei futuri telescopi come l’E-ELT
Massive stars can wreak havoc on their surroundings, as can be seen in this new view of the Carina nebula from NASA’s Spitzer Space Telescope.
Letto 4.215 volte - Nessun commento
Lanciato il 25 agosto 2003, il telescopio orbitante della NASA ha completato il primo decennio di studio dell’Universo in raggi infrarossi. Ha studiato di tutto, dagli anelli di Saturno alle galassie più lontane. E da ottobre servirà anche a valutare possibili asteroidi da agganciare e portare vicino alla Terra.
proxima-hst
Letto 3.570 volte - Nessun commento
Gli astronomi sono convinti che attorno alla stella più vicina in assoluto a noi dopo il Sole ci siano pianeti, e per di più della taglia della Terra. Ma finora il telescopio spaziale Hubble non è riuscito a individuarli. Si riparte così alla loro ricerca cambiando però tecnica, sfruttando l’effetto della lente gravitazionale. Bisognerà però attendere fino a ottobre del 2014, quando si aprirà la prima finestra utile per questo tipo di osservazioni.
kepler
Letto 2.680 volte - Nessun commento
Seri problemi al sistema di puntamento del satellite dedicato alla caccia di pianeti extrasolari sembrano mettere la parola fine alla missione. Sul tipo di guasto e sul rilevante contributo scientifico fornito da Kepler in questi anni abbiamo ascoltato rispettivamente Enrico Flamini (ASI) e Raffaele Gratton (INAF).
dn23310-1_300
Letto 2.418 volte - Nessun commento
Fotografato grazie al VLT quello che sembra un grosso pianeta in orbita attorno a un sistema binario. Ma gli esperti non sono sicuri che non si tratti invece di una nana bruna nata assieme alle due stelle, e rimasta in orbita attorno ad esse.
1.11605_ESO-3.6m-telescope-lv_Brunier_hb-1
Letto 3.896 volte - Un Commento
Scoperto, grazie al telescopio di 3,6 metri dell’ESO a La Silla, il pianeta più vicino al sistema solare mai individuato. E’ di massa quasi uguale alla Terra, e orbita attorno ad alpha Centauri B, una stella simile al nostro Sole ad appena 4,3 anni luce da noi. Ora si apre la caccia ad altri pianeti nei suoi paraggi.
[archive]