Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
13 Dicembre 2017
Ci sono 354 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Articoli marcati con tag ‘ESO’

2-coldgreatspo
Letto 5.717 volte - Nessun commento
Una seconda Grande Macchia su Giove scoperta dalla Università di Leicester, in grado di rivaleggiare per dimensioni con la più famosa Macchia Rossa e creata dalle potenti energie sviluppate dalle aurore polari del pianeta.
Comparison of rotating disc galaxies in the distant Universe and
Letto 5.640 volte - Nessun commento
Le osservazioni VLT di galassie distanti suggeriscono che esse fossero dominate da materia ordinaria, al contrario di quanto si osservi nel nostro universo locale, dove la materia oscura influenza in modo più massiccio la dinamica delle nostre galassie.
Artist’s impression of the TRAPPIST-1 planetary system
Letto 10.138 volte - 11 Commenti
Un sistema stellare di almeno sette pianeti delle dimensioni della Terra a soli 40 anni luce di distanza! E’ quanto ci svela uno studio uscito oggi su Nature: utilizzando telescopi terrestri e spaziali, tra cui il Very Large Telescope dell’ESO i sette pianeti sono stati visti in transito di fronte alla loro stella, Trappist-1, e tre di loro si trovano nella zona di abitabilità. E’ il più numeroso sistema di pianeti simili alla Terra e con il maggior numero di pianeti con possibilità di avere acqua liquida, e quindi sostenere la vita, fin’ora trovato.
The Cat’s Paw and Lobster Nebulae
Letto 1.644 volte - Nessun commento
Nei social spopolano le immagini di cuccioli e animali, in particolar modo quelle di gattini, e l’ESO oggi non è da meno… a modo suo! Ci regala infatti una magnifica immagine delle nebulose “Zampa di gatto” e “Aragosta”. Questa gigantesca immagine del VST (Very Large Survey Telescope) dell’ESO è non solo la più recente ma, con i suoi quasi due miliardi di pixel, risulta anche una delle più grandi immagini mai rilasciate dall’ESO.
Elias-2-27-ALMA
Letto 2.087 volte - Nessun commento
Un nucleo brillante, un disco di materia tutt’attorno ed evidenti bracci a spirale. Sembra una galassia ma in realtà è la stella Elias 2-27, immortalata dal telescopio ALMA che per primo è riuscito a individuare questo tipo di struttura, prodotta dalle onde di densità attorno a una stella di recente formazione. Nel team che ha effettuato la scoperta anche Leonardo Testi (ESO e INAF)
eso1629a
Letto 5.983 volte - Nessun commento
Tra anticipazioni, rumors e embarghi più o meno rispettati, è arrivata la conferma con un articolo pubblicato su Nature: la campagna “Pale Red Hot” rivela un mondo roccioso di circa 1,3 masse terrestri nella fascia abitabile di Proxima Centauri, la stella a noi più vicina!
Artist’s impression of the water snowline around the young sta
Letto 1.905 volte - Nessun commento
Grazie ad ALMA è stata osservata per la prima volta, all’interno di un disco protoplanetario, la “linea di neve” dell’acqua: quel confine termodinamico oltre il quale la temperatura del disco di gas e polveri che circonda una giovane stella scende abbastanza perché si formi ghiaccio
A deep infrared view of the Orion Nebula from HAWK-I
Letto 1.716 volte - Nessun commento
Un team internazionale di ricercatori ha realizzato lo studio più dettagliato di sempre sulla Nebulosa di Orione, la regione ad alto tasso di formazione stellare nell’omonima costellazione. I dati mostrano che all’interno della nebulosa c’è una quantità inaspettatamente grande di stelle di piccola massa e oggetti di dimensioni planetarie
La cerimonia della firma
Letto 2.652 volte - Nessun commento
Firmato all’ESO il contratto per la costruzione della cupola e della struttura meccanica di supporto dello European Extremely Large Telescope. La commessa è stata assegnata al consorzio di Società italiane ACe. Stefania Giannini: “Un riconoscimento alle nostre eccellenze nell’industria e nella scienza”
Zodiacal Light over La Silla
Letto 2.408 volte - Nessun commento
Il Deserto di Atacama nel nord del Cile è celebre per i suoi bui cieli notturni, che si possono apprezzare in tutto il loro splendore grazie all’assenza di inquinamento luminoso. Ma anche il cielo più buio non è completamente buio. Gli astronomi agli osservatori dell’ESO spesso si imbattono in un fenomeno luminoso che incombe sui telescopi dell’ESO, noto come luce Zodiacale.
Artist’s impression of the European Extremely Large Telescope
Letto 5.924 volte - Nessun commento
Dal Consiglio dell’ESO arriva il via libera alla costruzione di E-ELT, il gigantesco telescopio ottico e infrarosso di 39 metri di apertura, sul Cerro Armazones nel deserto cileno di Atacama
vlcsnap-2014-11-24-17h00m45s72
Letto 3.402 volte - Un Commento
Si è svolta sabato, presso l’Arsenale di Venezia, la cerimonia per i 25 anni dell’EIE (European Industrial Enginering) Group, azienda veneta nata nel 1989, come società di Ingegneria e oggi divenuta una delle principali realtà industriali nell’ambito dell’industria astronomica
potw1413a
Letto 4.385 volte - Nessun commento
Grazie all’ESO Ultra HD Expedition, l’ESO è diventata la prima organizzazione scientifica a girare immagini, video, e timelapse in Ultra HD. Le prime foto sono già disponibili online
Simulazione-di-una-nube-di-gas-dilaniata-dal-buco-nero-al-centro-della-Via-Lattea
Letto 3.954 volte - Nessun commento
Il Very Large Telescope osserva in tempo reale una nube di gas mentre si avvicina all’oggetto gigantesco al centro della Via Lattea, il buco nero Sgr A*. Questa nube sta raggiungendo la minima distanza dal buco nero e nuove osservazioni mostrano che si sta allungando sotto l’influsso del suo fortissimo campo gravitazionale.
eso1326a
Letto 2.942 volte - Nessun commento
Scoperto un nuovo tipo di stelle variabili. Un team di astrosismologi ha utilizzato il telescopio svizzero Eulero all’Osservatorio di La Silla per studiare l’ammasso stellare aperto NGC 3766. Hanno scoperto che 36 stelle seguono un modello inaspettato e presentano variazioni di brillanza regolari. La causa della variabilità rimane ancora un mistero.
eso1322a
Letto 2.568 volte - Nessun commento
Il telescopio ottico più famoso nel mondo, il Very Large Telescope dell’ESO, compie 15 anni e per celebrare tale ricorrenza l’Osservatorio Astronomico dell’Emisfero Sud ha rilasciato l’immagine di una spettacolare incubatrice stellare
eso1318a
Letto 2.681 volte - Nessun commento
Un team di ricercatori ha individuato più di 100 galassie primordiali con l’osservatorio astronomico internazionale Atacama Large Millimeter/submillimeter Array. La tecnologia avanzata di ALMA ha permesso in poche ore di scoprire più galassie di quante ne siano state studiate nell’ultimo decennio.
ALMA_potw_eso_130116
Letto 3.229 volte - Nessun commento
Milano – Sabato 6 aprile 2013: DA NON PERDERE… IN ESCLUSIVA PER L’ITALIA dal deserto cileno di Atacama, tra i siti più remoti della Terra, la visita in diretta web del più grande osservatorio radioastronomico del mondo: ALMA.
dn23310-1_300
Letto 2.623 volte - Nessun commento
Fotografato grazie al VLT quello che sembra un grosso pianeta in orbita attorno a un sistema binario. Ma gli esperti non sono sicuri che non si tratti invece di una nana bruna nata assieme alle due stelle, e rimasta in orbita attorno ad esse.
NGC5719-340x340
Letto 2.876 volte - Nessun commento
Arriva da uno studio italiano basato su osservazioni condotte con il Very Large Telescope in Cile una convincente spiegazione di come si formano le cosiddette galassie controrotanti, in cui convivono due distinte popolazioni di stelle che ruotano in verso opposto l’una rispetto all’altra.
[archive]