AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
16 Novembre 2018
Ci sono 263 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Articoli marcati con tag ‘cerere’

pia21924-16
Letto 5.000 volte - Nessun commento
La missione Dawn (in inglese alba) si appresta a concludere anche il secondo prolungamento di missione, effettuando sorvoli mai così ravvicinati alla superficie del pianeta nano Cerere, dandoci visioni sempre più chiare della sua principale caratteristica: i bright spot. Quelle enigmatiche macchie bianche delle quali gli studiosi cominciano a svelare la probabile natura.
pia22083_figa_main
Letto 6.402 volte - Nessun commento
E ancora missione Dawn, questa volta due studi ci mostrano la superficie di Cerere come se fosse un enorme fossile di un antico oceano globale, e di come, sotto la superficie, possano ancora esserci tracce liquide di questo oceano…
PIA21419_hires
Letto 7.483 volte - Un Commento
Dai dati della missione Dawn si è evidenziata la presenza sulla superficie di Cerere di materiale organico, non significa certo che è stata trovata la vita, cerchiamo di capire meglio in una intervista doppia con Cristina De Sanctis, la coordinatrice dello studio pubblicato su Science il 17 febbraio scorso, e Andrea Raponi, uno degli autori dello studio.
dawn-16
Letto 2.952 volte - Nessun commento
Due studi pubblicati su Science e Nature Astronomy, presentati dal team della missione Nasa Dawn al meeting dell’American Geophysical Union in corso a San Francisco, dimostrano come il ghiaccio su Cerere, in prossimità della superficie, sia molto più presente di quanto si pensasse
pia21078-1041
Letto 2.782 volte - Nessun commento
La sonda della Nasa cambia orbita e si allontana un po’ dalla superficie di Cerere, regalandoci una nuova panoramica dell’emisfero settentrionale del pianeta nano, dominata dal grande cratere da impatto e dalle sue caratteristiche zone brillanti
copertina-science-267x340
Letto 2.185 volte - Nessun commento
Dalla presenza di ghiaccio d’acqua al criovulcanesimo, sono tutti dedicati ai recenti risultati della missione spaziale Dawn i sei articoli sul pianeta nano pubblicati il 1 settembre su Science. Due in particolare si basano sui dati raccolti dallo spettrometro italiano VIR, e vedono fra i coautori numerosi ricercatori dell’INAF IAPS di Roma
pia19598b-1041
Letto 2.218 volte - Nessun commento
La sonda Dawn, in orbita attorno a Cerere, si sposta su un orbita più esterna per continuare a monitorare e raccogliere importanti dati sul pianeta nano risparmiando però prezioso carburante per il confermato prolungamento di missione.
PIA20358_ip
Letto 4.487 volte - Nessun commento
Nuove magnifiche immagini di brillanti crateri su Cerere arrivano dalla sonda Dawn della NASA .
daw
Letto 3.833 volte - Nessun commento
Finalmente rilasciate le prime immagini ravvicinate delle macchie luminose di Cerere, scattate dall’ultima orbita della sonda attorno al pianeta nano, circa 385 chilometri al di sopra superficie grigiastra di questo mondo alieno.
9489e6c11889fcb275044d14dda99d24_XL
Letto 2.203 volte - Nessun commento
Una nuova incredibile animazione simula un volo sulla superficie del pianeta nano Cerere, focalizzandosi su alcune delle caratteristiche più note come il cratere Occator, famoso per i suoi “Bright Spot”, e la montagna conica Ahuna Mons.
pia20192_main-1041
Letto 3.496 volte - Un Commento
La sonda Dawn ha trasmesso nuove foto dalla sua ultima orbita intorno a Cerere, a soli 385 chilometri dalla superficie del pianeta nano.
PIA20180-16-640x350
Letto 4.271 volte - Nessun commento
La sonda americana Dawn, in orbita attorno a Cerere da nove mesi, ha raccolto preziose informazioni sulla natura delle macchie bianche osservate sulla superficie del pianeta nano.
PIA19889
Letto 5.479 volte - Nessun commento
Finalmente la NASA rilascia le prime immagini degli enigmatici “spot bianchi” di Cerere all’interno del cratere Occator.
pia19547-1041b
Letto 6.522 volte - 4 Commenti
Ecco la sequenza completa della prima orbita scientifica della sonda Dawn attorno a Ceres, nella quale sono ben visibili i misteriosi punti luminosi avvistati sulla superficie del pianeta nano. L’ipotesi della NASA, che ha pubblicato l’immagine animata, è che possano trattarsi del riflesso del Sole su superfici altamente riflettenti, come il ghiaccio…
pia19317_animation_main
Letto 3.799 volte - Un Commento
Grandi aspettative dopo le prime immagini del polo nord di Cerere: con un giorno di poco più di 9 ore terrestri e una inclinazione dell’asse di rotazione molto limitata, il pianeta nano sarà nelle condizioni ottimali per essere fotografato nelle prossime fasi della missione Dawn
ceres-map
Letto 6.640 volte - Nessun commento
La prima mappa a colori di Cerere e i primi dati dello strumento VIR sulle sue misteriose macchie bianche, sono stati presentati all’EGU di Vienna. Le caratteristiche della superficie, messe in risalto dalla volutamente intensa saturazione dei colori, suggeriscono che Cerere fosse una volta un corpo estremamente attivo.
dawn-cerere-664x374
Letto 3.300 volte - Nessun commento
Il 10 aprile la sonda della Nasa Dawn entrerà nella prima orbita scientifica attorno a Cerere. Per l’occasione l’INAF organizza a Palermo un evento dedicato alla missione e ai primi risultati su questo intrigante pianetino. La diretta su media INAF
67943_web
Letto 3.144 volte - Nessun commento
Una nuova ricerca sugli oggetti che orbitano nella cintura principale degli asteroidi dimostra una ampia variabilità nella loro composizione e dimensione, segno dei grandi sommovimenti planetari durante i primi miliardi di anni di vita del Sistema solare. Lo studio su Nature.
Lunar_cataclysm_web
Letto 3.020 volte - Nessun commento
Nel giovane Sistema solare non fu solo la Luna a sperimentare un periodo di intenso bombardamento di meteoriti ma anche l’asteroide Vesta. Questi i risultati di uno studio apparso online sul sito di Nature Geoscience e guidato da Simone Marchi, ricercatore italiano che lavora negli USA e a cui ha partecipato Maria Cristina De Sanctis, dell’INAF-IAPS.
[archive]