AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
4 Marzo 2021
Ci sono 179 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Stella di Barnard

Letto 3.489 volte
Un Commento
Commenta
Stella di Barnard

La Stella di Barnard è una stella rossa di sequenza principale nella costellazione dell’Ofiuco che mostra il più grande moto proprio di ogni altra stella conosciuta, pari a 10,3 arcsecondi d’arco all’anno.
Un anno fa decisi di voler provare a riprendere questo spostamento e quindi ecco il risultato finale di due riprese che ho effettuato il 28 giugno 2014 ed il 13 agosto 2015 che evidenziano l’elevato moto proprio della stella; lo spostamento misurato è risultato essere pari a 10,6683 arcsec abbastanza in linea con il valore reale.

Data e Ora di acquisizione
13 Agosto 2015 alle 21:13
Filtri Utilizzati
L2x300s bin1
Diametro del Telescopio
102 mm (4")
Focale di Acquisizone
700 mm
Soggetti
Schema Ottico del Telescopio
Rifrattore.
Marca del Telescopio
Ts Optics
Tipo Immagine
Dispositivo di Acquisizione
Luogo di Osservazione
Clicca sul marker per visualizzare la descrizione
Commenta

Un Commento a “Stella di Barnard”

  1. Marco Tonino scrive:

    Rappresentazione rara e molto tecnica di una stella unica nel suo genere, quale il moto proprio, considerando anche il tuttora mistero di questa velocità di spostamento……a mio parere dovrebbe essere presentata (se già non lo hai fatto), anche alla rivista cartacea, se non altro per “aggiornare” questo fenomeno……..saluti “Adrian”……cieli sereni…

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento