AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
27 Maggio 2018
Ci sono 395 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Iscrivi alla Newsletter di Coelum Astronomia
  • Commenti Recenti

  • Parole dal Sito

  • Seguici anche su Facebook!

  • Active Members

    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
     
  • Online Users

    Al momento non ci sono utenti online
  • Letto 5.273 volte
    Nessun commento
    Commenta
    Fiocco rosa su Plutone. La scoperta d’una nuova luna, compiuta grazie al telescopio spaziale Hubble, porta a quattro il numero di satelliti dell’ex-pianeta. Battezzata P4, è minuscola: fra i 13 e i 34 chilometri il suo diametro. Toccherà alla missione NASA New Horizons fornirci ulteriori dettagli sull’ultima nata del Sistema solare.

    Crediti: NASA, ESA, and A. Feild (STScI)

    Ex-pianeta e non sentirlo. Si vede che si sono dimenticati di comunicarglielo, che è stato declassato a “nano”. Perché lui, Plutone, continua imperterrito a comportarsi come uno fra i protagonisti principali del Sistema solare. E le sorprese che ci regala non sono mica roba di poco conto. L’ultima, per dire, richiederà quanto meno un aggiornamento al volo della sua pagina su Wikipedianon più tre lune a orbitargli attorno, ma quattro.

    A dare notizia del lieto evento, il telescopio spaziale Hubble, che grazie alla sua nuova Wide Field Camera, la numero 3, è riuscito il 28 giugno scorso a inquadrare l’ultima nata. Avvistamento poi confermato da due osservazioni successive, una il 3 luglio e l’ultima lunedì scorso, il 18 luglio. Insomma, non ci sono più dubbi: Caronte, Notte e Idra, da lunedì, hanno ufficialmente una quarta sorellina. Così nuova da non avere ancora un nome: per ora, gli astronomi l’hanno battezzata con un asettico “P4”. E così piccola da essere sfuggita a tutte le osservazioni precedenti: il suo diametro è stimato fra i 13 e i 34 chilometri.

    Due immagini del sistema di Plutone con la sua nuova luna P4 (cerchiata) prese dalla Wide Field Camera 3 del Telescopio Spaziale Hubble. L'immagine sulla sinistra è del 28 giugno, mentre l'immagine sulla destra è del 3 luglio. Credit: NASA, ESA, and M. Showalter (SETI institute)

    Per vedere che faccia ha, occorre portare pazienza. La luce che riflette è troppo debole anche per il telescopio spaziale Hubble, e sarà dunque necessario attendere il 2015, quando la sonda NASA New Horizons raggiungerà i dintorni di Plutone, per avere un primo piano della piccola luna. Ma che abbia qualcosa di “papà Plutone” pare molto probabile: secondo gli scienziati, infatti, anche P4, come le sue tre sorelle, si sarebbe formata agli albori del Sistema solare in seguito all’impatto fra il pianeta nano e un altro corpo celeste di dimensioni paragonabili.

    Per saperne di più:

    Scrivi un Commento

    Devi aver fatto il login per inviare un commento