AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
13 Luglio 2020
Ci sono 214 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Iscrivi alla Newsletter di Coelum Astronomia
  • Commenti Recenti

  • Parole dal Sito

  • Seguici anche su Facebook!

  • Active Members

    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
     
  • Online Users

    Al momento non ci sono utenti online
  • Letto 2.789 volte
    Nessun commento
    Commenta
    Lo Space Shuttle Atlantis ha terminato il 26 maggio la sua 32esima ed ultima missione con un dolce atterraggio in Florida, completando così un onorato servizio durato un quarto di secolo.

    STS-132 Atlantis: fine missione.

    STS-132 Atlantis: fine missione.

    Avvicinandosi da sud, il comandante Kenneth Ham ha preso i comandi a circa 15’000 metri di quota sopra lo spazioporto ed ha guidato Atlantis in una virata di 320 gradi per allinearsi alla pista numero 33 della Shuttle Landing Facility.
    Mentre scendeva con un angolo di 21°, Ham ha tirato su il muso della navetta mentre il pilota Dominic “Tony” Antonelli estendeva il carrello permettendo un tranquillo touch-down alle 1248:11 UTC.

    La durata della missione è stata di 11 giorni, 18 ore, 28 minuti e 2 secondi, eseguendo così 186 orbite complete e percorrendo oltre 7,8 milioni di chilometri.

    Momento dolceamaro per i tecnici che attendevano il rientro di Atlantis, soprattutto perché, iniziando da questo atterraggio, si avranno soltanto più “ultime volte”: la navetta Atlantis ha toccato Terra per non lasciarla più.

    Discovery sarà la prossima, a settembre od ottobre, mentre ad Endeavour toccherà il capitolo finale, alla fine di quest’anno o più probabilmente all’inizio del prossimo.

    In teoria Atlantis potrà eseguire una ulteriore missione, ma solo se dovrà eseguire la missione di salvataggio per Endeavour nel caso che quest’ultimo si trovasse in grosse difficoltà durante la sua missione. In effetti l’orbiter appena rientrato tornerà nell’OPF per iniziare la preparazione per un volo che non verrà mai compiuto.
    Quindi la prossima destinazione per Atlantis sarà un museo.

    Varato dalle officine di Palmdale il 6 marzo del 1985, Atlantis ha effettuato la sua prima missione il 3 ottobre dello stesso anno eseguendo la STS-51J. Nella sua carriera ha eseguito cinque missioni militari, sette verso la Stazione Spaziale Russa MIR e 11 verso la ISS. Ha lanciato due sonde planetarie, la Magellano verso Venere e Galileo verso Giove, ha depositato in orbita il Compton Gamma Ray Observatory e l’anno scorso ha visitato il telescopio spaziale Hubble per la sua ultima missione di manutenzione.

    Ha trasportato complessivamente 191 membri d’equipaggio durante 300 giorni in orbita e percorrendo oltre 190 milioni di chilometri.

    Bentornato a casa, Atlantis.
    Bentornato sul nostro pianeta per rimanerci per sempre…

    In foto Atlantis pochi secondi prima di toccare la pista al Kennnedy Space Center – Foto cortesia di Stephen Clark – Spaceflight Now.

    Scrivi un Commento

    Devi aver fatto il login per inviare un commento