AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
4 Agosto 2020
Ci sono 277 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Iscrivi alla Newsletter di Coelum Astronomia
  • Commenti Recenti

  • Parole dal Sito

  • Seguici anche su Facebook!

  • Active Members

    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
     
  • Online Users

    Al momento non ci sono utenti online
  • Letto 3.366 volte
    Nessun commento
    Commenta
    Questa sera, martedì 13 novembre, dalle 21:30 alle 21:45 italiane, un’eclissi totale di Sole oscurerà l’Australia del Nord e una porzione dell’Oceano Pacifico. Una spedizione del progetto GLORIA, di cui INAF è partner, sarà là per trasmettere l’evento in tempo reale.

    Eclissi di Sole del 2001. Crediti foto: Juan Carlos Casado / GLORIA Project

    Dopo oltre due anni senza eclissi totali di Sole (l’ultima risale all’11 luglio 2010), l’ombra della Luna tornerà questa sera, martedì 13 novembre, a visitare la superficie della Terra. Il percorso dell’ombra inizierà nel Nord-Est dell’Australia per poi spostarsi verso l’Oceano Pacifico. Il massimo dell’eclissi, con una durata di 4 minuti e 2 secondi, avverrà nel mezzo dell’Oceano Pacifico alle 23:11 ora italiana, con il Sole a 68° sopra l’orizzonte.

    «La probabilità di vedere questo breve (pochi minuti o anche pochi secondi) ma spettacolare evento da un determinato posto sulla Terra è molto bassa – una volta ogni qualche centinaio d’anni, nubi permettendo», spiega Luciano Nicastro, astronomo dell’INAF IASF Bologna e coordinatore della partecipazione italiana al progetto GLORIA, «ma questo è un fenomeno naturale che dovrebbe figurare in ogni lista di desideri personale e vale certamente la pena di organizzare un viaggio speciale per vederlo».

    Un’eclissi solare avviene quando la Luna passa tra il Sole e la Terra e copre, parzialmente o completamente, il Sole alla nostra vista. Questo può succedere solo quando c’è Luna Nuova e se il Sole e la Luna visti dalla Terra sono perfettamente allineati. In una eclissi totale, come in questo caso, il disco del Sole è completamente oscurato dalla Luna. Nelle eclissi parziali e anulari solo una parte del Sole è oscurato.

    Poiché l’ombra della Luna è stretta, le eclissi di Sole sono visibili solo in una fascia relativamente stretta della superficie terrestre, e sono osservabili da un punto specifico della Terra, per esempio una città, in media solo ogni 375 anni. La maggior parte degli appassionati deve intraprendere lunghi viaggi lunghi per recarsi nella fascia della totalità ed osservare l’intero evento. In media un’eclissi totale dura circa 3 minuti, con le più lunghe che arrivano fino a 7 minuti e 30 secondi.

    È di vitale importanza non guardare mai il Sole senza occhiali appositamente concepiti. Bisogna quindi utilizzare un’adeguata protezione degli occhi durante l’intera osservazione dell’eclissi solare.

    Per seguire l’eclissi in diretta webcast su Internet (dalle 21.30 ora italiana):

    Per saperne di più:

    Il video di presentazione dell’eclissi e della spedizione (con sottotitoli in italiano, pulsante CC):

    Scrivi un Commento

    Devi aver fatto il login per inviare un commento