AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
25 Aprile 2019
Ci sono 219 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Iscrivi alla Newsletter di Coelum Astronomia
  • Commenti Recenti

  • Parole dal Sito

  • Seguici anche su Facebook!

  • Active Members

    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
     
  • Online Users

    Al momento non ci sono utenti online
  • Letto 5.580 volte
    4 Commenti
    Commenta
    Nuova cartolina da Rosetta che mostra la 67P/Churyumov-Gerasimenko ripresa da una distanza di 62 chilometri. Sulla sinistra è parzialmente visibile il “corpo” della cometa con destra la parte posteriore della “testa”.

    Credits: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

    L’Agenzia Spaziale Europea ha da poco pubblicato questa stupenda immagine del nucleo della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, scattata da una distanza di 62 chilometri il 5 settembre scorso. Un pixel equivale a 1,1 metri.

    Credit: C. Snodgrass/ESO/ESA

    Vista da Terra, persino con uno dei telescopi da 8 metri di diametro dell’ESO in Cile, la cometa è solo una nube confusa, lontana mezzo miliardo di chilometri, come si vede qui a sinistra in quest’immagine, sempre dell’ESA, scattata l’11 agosto scorso. Rosetta è dentro la tenue coda cometaria, che si estende già per circa 20.000 chilometri, e quindi non può mostrarci le emissioni gassose che formano la coda stessa e che invece da Terra sono ben visibili.

    .

    Aggiornamento (22:45): @willgater ha provato a sovrapporre in scala la ISS alla foto della cometa. Il risultato, che vedete qui sotto, dà un’idea più concreta delle dimensioni di quest’oggetto celeste antichissimo.

    Commenta

    4 Commenti a “Da Rosetta una nuova fantastica immagine della cometa 67P/C-G”

    1. Tonini Marco scrive:

      Straordinariamente impressionante la foto ravvicinata della cometa a soli 62 KM di distanza!! Approppriato è stato inoltre mostrare in scala la ISS con la cometa. Questo giornalista e scrittore “Attivissimo”, appartiene alla categoria dei… “Ai buon interditor, poche parole”.

    2. E’ vero, questa immagine è sbalorditiva. Ma a me ha fatto più impressione la seconda foto, quella della cometa vista da terra, non posso fare a meno di pensare che all’interno della chioma c’è un manufatto dell’uomo che sta girando attorno al sole, praticamente attaccato alla cometa, a velocità impressionanti, intento a lavorare e a programmare interventi!

    3. Lucia Morleo scrive:

      Mi meraviglio dello “stupore” manifestato dai due precedenti commentatori: le immagini postate in questo articoletto girano su tutta la rete, in tutte le lingue e in tutte le salse. Persino su Facebook.
      Sinceramente non capisco quale ‘eccezionale merito’ vada attribuito all’autore di questo articoletto, che STRANAMENTE scrive su Coelum pur non essendo un astronomo!

    4. Tonini Marco scrive:

      Salve Signora Lucia!, mi fa piacere che un interlocutore “esterno” al nostro “CLUB a circuito chiuso” ci ponga delle domande. Ma…. almeno nel nostro caso, noi non “navighiamo molto” su altri siti. Abbiamo tutto ciò che ci occorre, per proseguire serenamente la nostra vita da astrofili, che col proseguire del tempo, diventerà una sempre più.,… “famiglia”. Cordiali saluti Lucia!

    Scrivi un Commento

    Devi aver fatto il login per inviare un commento