Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
21 Settembre 2017
Ci sono 243 utenti collegati
Atik Cameras
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Iscrivi alla Newsletter di Coelum Astronomia
  • Commenti Recenti

  • Parole dal Sito

  • Seguici anche su Facebook!

  • Active Members

    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
     
  • Online Users

    Al momento non ci sono utenti online
  • Letto 5.376 volte
    Nessun commento
    Commenta
    Le immagini rilasciate dalla sonda NASA-ESA-ASI hanno permesso di creare un’animazione dell’ultimo flyby su Encelado. Il 15 settembre, Cassini finirà la sua missione e l’evento sarà seguito in diretta dalla sede dell’Asi in collegamento con il JPL e il Sardinia Deep Space Antenna a Cagliari

    A poco più di una settimana dalla fine della sua missione, la veterana dello spazio Cassini, continua a monitorare Encelado, una delle lune più affascinanti e misteriose di Saturno, che appare nitida in un cielo vasto ed immutato. Attraverso sei immagini scattate dalla sonda lo scorso 1 agosto, a una distanza di 181.000 chilometri, è stato possibile ricreare un’animazione dell’ultimo flyby sulla luna, che va ad aggiungersi all’immensa collezione di una delle più sofisticate navicelle interplanetarie mai costruite, frutto della colaborazione tra Nasa, Esa ed Asi.

    Encelado è stata per molti anni al centro delle osservazioni di Cassini. Durante i suoi innumerevoli sorvoli, la sonda ha inviato a terra dati ed immagini dei pennacchi dei geyser che si innalzano dalle fessure della sua crosta, provenienti dall’oceano interno, che hanno permesso agli scienziati di portare avanti nuovi studi sull’atmosfera e la superficie della luna.

    Per la sonda, a quasi due decenni dal suo lancio, si avvicina il momento della meritata “pensione”. Cassini, infatti, sarà operativa ancora per poco tempo: il 15 settembre 2017, dopo che la sua orbita sarà inclinata al di fuori del piano degli anelli, la sonda si tufferà nell’atmosfera del pianeta per quello che è stato definito il Grand Finale.

    L’evento sarà seguito in diretta nell’Audiutorium della sede dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) in collegamento con il Jet Propulsion Laboratory (JPL), e con il Sardinia Deep Space Antenna (SDSA) di Cagliari.

    L’inizio è previsto per le ore 12:00 e avrà una durata di circa due ore e mezzo. Il programma della giornata è ricco di interventi. Si alterneranno sul palco rappresentanti di ASI, Inaf (Istituto Nazionale di Astrofisica), Tas-i (Thales Alenia Space Italia) NASA.


    Rivivi con noi tutte le fasi di questa straordinaria missione

    Un diario di viaggio per immagini lungo vent’anni…

    Coelum Astronomia 214 di settembre 2017 è online, come sempre in formato digitale e gratuito…
    Semplicemente qui sotto, lascia la tua mail (o clicca sulla X) e leggi!

    L’indirizzo email verrà utilizzato solo per informare delle prossime uscite della rivista.

    Scrivi un Commento

    Devi aver fatto il login per inviare un commento