AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
25 Settembre 2020
Ci sono 222 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Editoriale – Coelum n.246 – 2020

Nessun commento
Commenta

Non so, cari Lettori, se quest’estate sarà come quelle che l’hanno preceduta, caratterizzata da grandi esodi di vacanzieri diretti verso le numerose mete turistiche italiane o internazionali, non so se sarà un’estate torrida e ricca di lunghe giornate soleggiate, tanto da farci desiderare – o sospirare – il refrigerio dell’acqua di mare o la corroborante brezza di alta montagna. Quest’anno, lo sappiamo bene ormai, è certamente anomalo sotto molti aspetti. Per chi non resterà al lavoro, magari, ci sarà l’occasione di riscoprire la bellezza delle mete turistiche italiane, tanto invidiate all’estero quanto snobbate da molti turisti nostrani. In ogni caso, oltre quel velo di mistero di cui sempre si ammanta il futuro, l’estate che abbiamo di fronte si preannuncia davvero rovente, almeno per ciò che riguarda gli appuntamenti con il cielo e l’esplorazione dello spazio.
In questo numero di Coelum Astronomia, che come da nostra consuetudine è doppio e vi terrà compagnia – ce lo auguriamo di tutto cuore – durante i mesi di luglio e agosto, troverete numerose informazioni e piacevoli letture che riguardano il cielo, la sua osservazione e fotografia e anche l’astronautica. Partiamo proprio da quest’ultima e iniziamo con un bel report, di Rossella Spiga, sullo storico lancio effettuato dalla NASA e da SpaceX verso la ISS: il primo che coinvolge un’azienda privata, in grado di trasportare astronauti in orbita dal suolo americano da quando, nel 2011, gli indimenticabili Space Shuttle sono andati per sempre in pensione. Un momento di svolta per le politiche spaziali e che sarà ricordato a lungo. Sempre in tema di astronautica, luglio vedrà la partenza di un nuovo grande rover, Perseverance, della NASA, alla volta di Marte. Quali sono le sue caratteristiche, quali gli strumenti scientifici di cui è dotato e quali sono i suoi obiettivi? Ma soprattutto, con il rover Curiosity ancora in azione, in che modo la missione di Perseverance si distinguerà dalle precedenti e come potrà costituire un passo avanti verso quel futuro, inseguito con perseveranza e ormai forse non più così lontano, in cui l’uomo potrà raggiungere il Pianeta Rosso? Ce ne parla in dettaglio Elisabetta Bonora nel suo articolo dedicato alla nuova missione Mars 2020. Ma Perseverance non sarà solo nel suo viaggio verso Marte: senza grande clamore mediatico, anche la Cina ha preparato un suo rover per esplorare il quarto pianeta del Sistema Solare che partirà proprio quest’estate. La Cina sta compiendo rapidi e decisi passi avanti nell’esplorazione dello spazio, per lo più con un fare molto riservato – con qualche picco adrenalinico che ha lasciato il mondo con il fiato sospeso, come avvenne per il rientro della stazione Tiangong-1. Elisabetta Bonora ci conduce alla scoperta dell’articolato programma spaziale cinese, dal già citato lancio per Marte, all’esplorazione della Luna fino alla nuova stazione spaziale, in programma per i prossimi anni.
A questo punto potreste chiedervi come mai Marte sia così al centro dell’attenzione quest’estate e il motivo è semplice: si avvicina il momento dell’opposizione marziana, un nome che potrebbe evocare pensieri esoterici ma che, molto scientificamente, implica che il pianeta si troverà (in ottobre) nella posizione della sua orbita che rende il viaggio per raggiungerlo più breve. Non solo, per noi terrestri e amanti di osservazioni celesti, risulterà anche nelle migliori condizioni per essere scrutato e fotografato. Ma se dovremo pazientare ancora qualche mese per dedicarci al Pianeta Rosso, sappiate che l’estate promette un grande spettacolo anche in questo senso, con i due giganti gassosi del Sistema Solare, Giove e Saturno, che raggiungeranno l’opposizione in luglio. Li potremo osservare appaiati in cielo (in attesa della grande congiunzione di dicembre), in compagnia degli altri astri, esibendosi in numerose congiunzioni e balletti geometrici davvero affascinanti e piacevoli da osservare o fotografare. Il cielo è sempre affascinante e ci regala meraviglie sottili da cogliere, come la coda che fa sembrare Mercurio una cometa – ripresa da Andrea Alessandrini – o il lento moto di Venere e Mercurio in cielo – ripreso da Paolo Bardelli. La nostra gallery di immagini è un esempio di ciò che il cielo offre in questo periodo, con la raccolta delle vostre immagini migliori.
Di certo l’inestimabile tesoro che il cielo ci regala è costantemente messo a rischio, ogni giorno di più, dall’avanzare dell’inquinamento luminoso, piaga che preclude alla nostra vista quegli astri più delicati e quei gioielli, celati nelle profondità del cosmo, che costituiscono un patrimonio da preservare e salvaguardare. Parliamo allora di astroturismo, dei “parchi delle stelle” e di inquinamento luminoso, andando a capire di cosa si tratti e in quanti modi questo problema risulti dannoso per il cielo, per l’essere umano e anche per la fauna più in generale. Ce ne parlano Rodolfo Calanca e Mario Di Sora.

Molto altro vi aspetta tra le pagine di questo ricco numero di Coelum Astronomia e vi lascio scoprire il resto augurandovi buona lettura e buona estate.

Editoriale pubblicato su Coelum n.246 - 2020.

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento