AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
3 Agosto 2020
Ci sono 276 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Editoriale – Coelum n.244 – 2020

Nessun commento
Commenta

Prosegue, cari Lettori, questo difficile periodo di emergenza dovuto al coronavirus. Come vedete, nonostante le difficoltà, facciamo di tutto per essere con voi e per – ci auguriamo – donarvi qualche ora di svago e lettura piacevole. Il nostro desiderio di fare divulgazione e la passione che, prima di tutto, ci animano ci spingono a fare il possibile per portare avanti i lavori e restare insieme. Purtroppo non sono mancate le notizie tristi e difficili da apprendere, di quelle che tolgono l’energia… Un pensiero va a tutti coloro che non ci sono più e a coloro che hanno subito una perdita. Nel mondo dell’astronomia, in Italia, è stato davvero un duro colpo la recente scomparsa di un grande maestro in fatto di divulgazione, Corrado Lamberti, proprio a causa di Covid-19. Non ci sono, probabilmente, parole sufficienti per esprimere l’ammirazione e gli apprezzamenti sull’opera di Lamberti, soprattutto in uno spazio esiguo come questo. Mi piace però ricordare quelle occasioni che ho avuto di scambiare opinioni con lui, soprattutto quando presi l’incarico di guidare Coelum: fu un’esperienza molto bella, in cui trovai non solo un interlocutore che, ovviamente, capiva le difficoltà e le problematiche che dovevo affrontare, ma anche un uomo gentile e pronto a donare preziosi consigli. Abbiamo pensato di onorare la sua memoria con una piccola raccolta di pensieri personali e ricordi di chi l’ha conosciuto o di chi ha collaborato con lui. Mi sento di aggiungere che, delle numerose persone che ho contattato, in tanti hanno preferito non esprimersi, reputandosi non in grado di trovare le parole giuste o all’altezza… In molti mi hanno confessato di sentire ancora troppo forte il dolore per riuscire a tradurre in parole l’emozione e il ricordo… Trovate, dunque, alcuni pensieri e saluti tra queste pagine ma, senza alcun dubbio, tutto il mondo dell’astronomia in Italia si unisce al dolore di questa perdita.
In una delle ultime collaborazioni con Coelum Astronomia, forse lo ricorderete, Lamberti ci parlò di un fenomeno enigmatico e ancora poco conosciuto, quello dei Fast Radio Burst (FRB), argomento di cui, per una pura casualità, proponiamo un aggiornamento proprio in questo numero, con un ottimo articolo di Massimo Orgiazzi, che ci guida lungo il sentiero delle ultime scoperte relative a questi misteriosi segnali radio provenienti dalle profondità cosmiche.
Proseguendo, con Marco Sergio Erculiani andiamo ad approfondire un concetto di cui si sente parlare spesso, quello di “zona di abitabilità”, preziosa nozione che guida la ricerca astrobiologica sui pianeti extrasolari in relazione alle possibilità che questi possano ospitare forme di vita. Sembrerebbe una definizione ormai ben caratterizzata, nota e stabile, ma, come tutto in scienza, è in realtà soggetta a evoluzione e revisione. Andiamo quindi a vedere come questo concetto si stia evolvendo nel tempo.

Tornando all’iniziale considerazione sul periodo che stiamo vivendo (tranquilli, non ho intenzione di comunicarvi altre tristi notizie), desidero sottolineare il fatto che moltissimi tra voi lettori hanno accolto i nostri suggerimenti, lanciati con il numero scorso nell’ambito della campagna #ilcieloacasa, e si sono ingegnati per catturare fotograficamente le stelle pur rimanendo, appunto, a casa. Abbiamo quindi dato ancor più ampio spazio alle vostre immagini, che troverete in misura generosa: tante fotografie davvero originali, belle e affascinanti che hanno la capacità di trasmettere emozioni e sanno calare il cielo e gli astri nella dimensione domestica in cui ci troviamo costretti. Complimenti a tutti, anche a chi non ha trovato spazio in queste pagine, le cui fotografie potete comunque ammirare in PhotoCoelum. E, ovviamente, non fermatevi! Continuate a caricare i vostri scatti e date libero sfogo alla fantasia! Continuate a osservare il cielo, dal balcone, dalla finestra o dal vostro giardino. Per incoraggiarvi vi proponiamo una utilissima e appassionata guida, curata da Giovanni Isopi, ricca di spunti e informazioni per chi desideri “riscoprire” il suo primo telescopio da troppo tempo, forse, lasciato a prendere polvere in soffitta!

Come sempre c’è molto altro ancora e vi auguro buona lettura.

Editoriale pubblicato su Coelum n.244 - 2020.

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento