Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
11 Dicembre 2017
Ci sono 327 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Editoriale – Coelum n.217 – 2017

Nessun commento
Commenta

Eccoci, cari Lettori, siamo giunti nuovamente in quel periodo dell’anno in cui la sera scende presto, il clima continua a farsi decisamente più freddo e le feste natalizie si avvicinano. In realtà poi la quotidianità trascorre sempre nel solito tran tran ma, ogni tanto, qualcosa ci trattiene da guardare sempre e solo avanti e il pensiero si sofferma su ciò che abbiamo vissuto: un altro anno si chiude! E in un attimo ci si sorprende a tirare le somme di quanto abbiamo compiuto per farne un bilancio. E per quel che riguarda l’astronomia, di certo è stato un anno emozionante e ricco di novità, ed è piacevole pensare che in qualche modo lo abbiamo vissuto insieme, attraverso le pagine di questa rivista.
Viviamo così rapidamente, e la quantità di informazioni che ci investe è talmente grande, che alla fine quasi perdiamo la cognizione di ciò che ci circonda o di ciò che è successo… Perciò, con lo spirito di voler fare un bilancio, rivediamo assieme in un unico e agile articolo quanto di più interessante e importante è emerso in questo 2017 che sta per chiudersi.

Ma la voglia di proseguire il nostro viaggio, e il nostro desiderio di spingerci sempre oltre, non si fermano mai: conoscere il percorso fatto serve per capire dove ci stiamo dirigendo e, nell’anno del quarantesimo anniversario del lancio, non potevamo dedicare uno spazio importante a due sonde speciali, che hanno fatto del viaggio il loro emblema portandolo nel loro stesso nome: le Voyager. Pensando a queste sonde, non può che sorgere in noi un senso di stupore e ammirazione: ammirazione per le centinaia di persone che in 40 anni ci hanno lavorato e reso possibile lo stupore per il lungo cammino che, indomite e inarrestabili, quelle piccole sonde hanno percorso. Nello speciale sulla missione ripercorriamo tutte le tappe del viaggio, le scoperte e le domande in attesa di risposta, con tutte le strabilianti immagini (per l’epoca e, in modo differente, anche per oggi) che le Voyager ci hanno inviato. Anche ora, proprio in questo momento, sono là fuori, tra le stelle, proseguendo il loro cammino verso l’eternità.

Rimaniamo poi nelle propaggini più esterne del Sistema Solare per parlare di un altro curioso corpo celeste che abita quelle remote regioni periferiche: il bizzarro pianeta nano chiamato Haumea. Cosa sappiamo di esso? Scopriamo insieme ad Albino Carbognani (Astronomo presso l’Osservatorio della Valle d’Aosta) e Paolo Bacci (Sezione Asteroidi UAI) quali sono le sue peculiarità e gli ultimi sorprendenti risultati ricavati da una rara occultazione stellare, avvenuta proprio all’inizio di quest’anno. Scopriremo come, anche in questo caso, il contributo degli astrofili si sia rivelato molto importante. Sempre sfruttando un’occultazione stellare, anche Luigi Morrone ci racconta la sua esperienza nello studio di Tritone, la luna principale di Nettuno, visitata per l’ultima volta proprio dalla Voyager 2. Vedremo come sia possibile ottenere informazioni utili e interessanti, anche su mondi così lontani, con un setup strumentale tipico di un appassionato di osservazione del cielo.

Per chi invece desidera esplorare il cosmo comodamente seduto davanti al proprio PC, Fabrizio Giordano ci illustra tutte le novità della nuova versione 2.0 di ESASky, l’applicazione web realizzata da ESA per navigare in modo davvero piacevole e intuitivo tra le stelle e gli oggetti del profondo cielo, accedendo rapidamente ai vasti archivi di dati dei principali satelliti e telescopi spaziali che scrutano quotidianamente il cosmo.

Come sempre non è tutto qui, potrete trovare tutti gli ultimi aggiornamenti e notizie di astronomia, astronautica e la guida completa agli eventi e fenomeni celesti del mese, nel Cielo del Mese. Sicuramente non potrete mancare l’appuntamento con le bellissime Geminidi, le stelle cadenti invernali! Andremo poi alla scoperta della costellazione dell’Eridano, ben visibile in questo periodo e conosceremo meglio i meravigliosi paesaggi lunari.
Buona lettura e Buone Feste da tutta la Redazione!

Editoriale pubblicato su Coelum n.217 - 2017.

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento