AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
27 Maggio 2018
Ci sono 268 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Editoriale – Coelum n.181 – 2014

Nessun commento
Commenta

In pratica, lo ricorderete, da un paio di mesi a questa parte ci chiedevamo questo:

Che fare, dunque? Ammesso che si voglia, e si possa, continuare a stampare una rivista cartacea senza però abbassarne la qualità, come rispondere ai mutamenti imposti dalla crescita del digitale? Quali i contenuti da privilegiare, e come organizzarli, per dare ancora un significato al piacere di sfogliare una rivista come la nostra? Insomma, quale dev’essere la funzione di un mensile di astronomia in un’epoca in cui le informazioni sono facilmente reperibili nella rete?

Ed è una domanda che abbiamo fatto anche a voi lettori per mezzo di un Poll pubblicato sul sito della rivista, articolandola in modo tale da avere grazie alle vostre risposte un quadro abbastanza attendibile sui cambiamenti in atto nel mondo dell’editoria scientifica.

Al momento ha risposto al sondaggio un migliaio di lettori. Non male, ma vorremmo almeno raddoppiare il campione statistico prima di tirare le conclusioni. Un’occhiata ai risultati ho però voluto dargliela lo stesso, ed ecco le prime stringatissime impressioni.

Intanto, soltanto un terzo dei votanti giudica perlomeno “sufficiente” la qualità del cielo del loro sito osservativo. La maggioranza è per l’insufficienza gravissima. E questo è un dato molto brutto. Gran parte dei lettori (86%) giudica “assidua” la propria frequentazione della Rete, mentre il 67% dichiara di seguire con regolarità (il 56% tutti i giorni) i forum di astronomia (il nostro Coelestis su tutti).

Nella sezione più corposa, quella delle domande sugli argomenti da ridurre o da ampliare nella rivista, il 32% vuole più pagine di News, mentre solo il 5% ne vuole di meno (e ai restanti va bene così); il 53% vuole più test strumentali, contro il 10% che li vorrebbe ridotti; il 47% contro il 9% vuole più report osservativi di amatori esperti; il 61% contro il 5% vuole più articoli tecnici e il 58% contro il 9% più pagine di osservazioni visuali.

Per ciò che riguarda le effemeridi, il 30% dei lettori contro il 13% vuole più pagine di descrizione dei fenomeni che verranno, con mappe, illustrazioni, ecc; mentre per le effemeridi cosiddette “numeriche” (coordinate, magnitudini, ecc.) il 27% contro l’11% sarebbe
d’accordo nello spostare tutto sul web.

I pareri sono molto più equilibrati per rubriche come quella degli asteroidi (il 19% dei lettori vorrebbe meno pagine, il 13% ne vorrebbe di più, contro il 68% che lascerebbe tutto così com’è), della Galleria fotografica (22% per l’aumento, 16% per la riduzione), Storia dell’astronomia (16% per l’aumento, 22% per la diminuzione) e Astronautica (15% e 24% rispettivamente).

A saperlo leggere il sondaggio dice ovviamente molto di più di quanto riusciamo ad anticipare in questo breve spazio; se non altro, per la possibilità di filtrare i risultati in base al sesso, all’età e alla provenienza geografica dei lettori… ma questi sono strumenti che verranno usati nel prossimo futuro per delle analisi più sostanziali. Solo un anticipo: al sud la qualità media del cielo viene giudicata con il voto 6/7, mentre il voto medio dato al cielo del nord è di 4/5.

Finisco ricordando a tutti la possibilità di contribuire al Poll.
Partecipate numerosi, perché c’è tempo solo fino al 25 maggio

per esprimere delle preferenze che serviranno a disegnare meglio il futuro della rivista. E a questo proposito, l’appuntamento è con il prossimo numero, quello della rivelazione finale!

Giovanni Anselmi

Editoriale pubblicato su Coelum n.181 - 2014.

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento