AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
8 Dicembre 2019
Ci sono 201 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Editoriale – Coelum n.100 – Novembre 2006

Nessun commento
Commenta

Cari lettori, cedendo alle preponderanti forze dei numerologi che si annidano purtroppo anche in questa redazione, mi vedo costretto ad affrontare un argomento che giudicherei di scarsa importanza, se non fosse per il fatto che noi umani a dieci dita siamo particolarmente sensibili alle ricorrenze numeriche rotonde.
Avrete già capito (anche perché la copertina lascia pochi dubbi in merito) che questo numero della rivista è il centesimo della serie, il primo essendo uscito nel settembre del 1997.
A quel tempo si era da poco attenuato il clamore suscitato dalla lunghissima apparizione della Hale-Bopp, e il piccolo Sojourner correva sulla superficie di Marte in attesa di essere raggiunto da lì a pochi giorni dalla Mars Global Surveyor, la sonda orbitale che arrivò il giorno 12 di quello stesso mese, e che pertanto può essere considerata coetanea della nostra rivista, nonché il nostro nume tutelare (leggende che non voglio in alcun modo avvalorare profetizzano che Coelum vivrà finché la sonda continuerà a volare).
Inutile adesso che io vi annoi con un qualche accenno alle speranze, alle aspettative, agli intenti di una redazione che si riuniva in quei giorni per fondare una rivista di astronomia, e che pertanto – con questa scelta davvero infelice (il grande pubblico, si sa, chiede ben altro) – si affidava ad un incerto futuro editoriale e personale.
Quando ci s’impegna in qualche progetto viene naturale pensare al “traguardo”, a come sarà quando… Ma voi lo sapete meglio di me: non esiste un “quando”, non esistono traguardi, e lungo la via c’è solo la soddisfazione di un lavoro ben fatto, e la consapevolezza di un tempo speso nel migliore dei modi. Ci si concentra così sul presente, e si smette presto di ragionare in termini assoluti.
Insomma, in un capovolgimento di prospettive, la meta diventa il viaggio stesso, ma se adesso devo fermarmi un attimo al capitello del numero 100, allora mi guardo indietro e vedo 10 000 pagine di astronomia prodotte in 9 anni di lavoro, vedo che Coelum è di fatto la rivista italiana di astronomia più conosciuta al mondo; vedo che siamo riusciti a rifinire nel tempo una forma grafica e divulgativa apprezzata per la capacità di dare un’impronta emozionale e non solo tecnicistica ad una materia che i più trattano alla stregua di passatempo o di forma punitiva; vedo che Coelum è la rivista di astronomia che più di ogni altra in Italia gode della fiducia degli inserzionisti, tanto da essere in testa negli introiti da raccolta pubblicitaria; vedo anche una massiccia presenza nella Rete (digitate la parola “astronomia” e Coelum comparirà al primo posto di 14,3 milioni di voci) grazie al sito della rivista che realizza migliaia di accessi e al forum “Coelestis”, il più grande in assoluto, dove in archivio giacciono quasi 90 000 messaggi di 3000 iscritti (ai quali va un mio particolare saluto). Vedo collaborazioni con tutto il mondo, progetti editoriali con grandi istituti astronomici come il CFHT, il contributo di autori prestigiosi…
Insomma, vedo nove anni spesi bene, e la raggiunta certezza che questa rivista continuerà ad esistere per molti anni ancora, a prescindere dal destino individuale di chi sta scrivendo o di quello dei componenti dell’attuale redazione. Certo, sempre che la sonda marziana (qui lo dico e qui lo nego) continui a volare.

All’ATTENZIONE dei Lettori

Con il prossimo numero di DICEMBRE verrà distribuito il CD Coelum7,
il settimo CD della serie dedicata alla raccolta in formato PDF
della rivista (nn. 66-79) con gli indici e funzione di ricerca.
Tra gli altri contenuti segnaliamo:
1) Un intero atlante celeste stampabile ad alta risoluzione;
2) Venti originalissimi filmati astronomici da usare come screen saver per il vostro computer;
3) l’archivio 2005 di tutte le foto dei lettori caricate in PhotoCoelum;
4) in anteprima, uno slideshow delle immagini del calendario CFHT-Coelum 2007

Editoriale pubblicato su Coelum n.100 - Novembre 2006.

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento