Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
19 Novembre 2017
Ci sono 192 utenti collegati
Atik Cameras
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Vera Rubin, tutto il cielo da una finestra

Nessun commento
Commenta
Vera Rubin

Vera Rubin

«Mi auguro che nei prossimi 500 anni gli astronomi non stiano ancora discutendo dello stesso modello del Big Bang. Non avranno fatto un buon lavoro se saranno ancora lì a discuterne. Sono pure convinta che vi saranno molte altre questioni fondamentali sull’universo che non conosciamo. Penso che la nostra ignoranza sia più grande della nostra conoscenza: non siamo arrivati nemmeno a metà di quello che si dovrebbe conoscere riguardo all’Universo».

Vera Cooper Rubin

A Washington D.C., nel 1938, una bambina di dieci anni era solita osservare le stelle, distesa nel suo lettino dalla finestra della sua camera che puntava verso nord, e ammirarne estasiata il loro movimento durante la notte. Suo padre aveva notato la passione della figlia e, nonostante i grossi dubbi sulle opportunità che una carriera astronomica avrebbe potuto offrirle, non smise mai di sostenerla nei suoi sogni regalandole un piccolo telescopio e accompagnandola agli incontri di astronomia tenuti dagli astrofili locali. Il suo nome era Vera Cooper Rubin e quel padre che la sosteneva non avrebbe, probabilmente, immaginato che solo pochi anni più tardi sua figlia avrebbe cambiato per sempre la storia dell’Astrofisica, senza mai vincere il Premio Nobel anche se sarebbe stato ben meritato.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.210 - 2017 alla pagina 52: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento