AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
17 Ottobre 2018
Ci sono 286 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Urano e Nettuno: rotta verso l’ignoto

Nessun commento
Commenta

Se gli incontri con Giove e Saturno avevano costituito un ritorno, successivo alle visite delle sonde Pioneer, e un raffinamento delle conoscenze già acquisite, i flyby con Urano e Nettuno erano invece qualcosa di assolutamente nuovo. L’interesse verso i giganti pianeti ghiacciati del Sistema Solare esterno era ovviamente elevatissimo: poco o nulla si sapeva di essi. Quei remoti mondi non avevano svelato alcuna informazione alle osservazioni telescopiche, nè alcuna sonda terrestre si era mai avventurata prima in quei territori. La Voyager 2 si stava dirigendo verso un terreno vergine, pronta ad aprire la strada a nuove scoperte e a sollevare nuovi interrogativi che, ancora oggi, rimangono senza risposta. Dopo la Voyager 2 infatti nessun’altra missione di esplorazione ? stata diretta su Urano o Nettuno.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.217 - 2017 alla pagina 76: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento