AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
5 Agosto 2020
Ci sono 261 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line

Una NOTTE ROMANA di quattro secoli fa

Nessun commento
Commenta

notte romanaIn questi giorni mi sono accorto che un importante anniversario stava quasi per passare sotto silenzio, probabilmente oscurato dalla concomitanza con un’altra ricorrenza. Proprio pochi giorni fa, infatti, tutto il mondo festeggiava il cinquantenario dell’impresa di Yuri Gagarin, il primo uomo a vedere il nostro pianeta come un oggetto astronomico. Era il 12 aprile 1961: il giorno in cui la primitiva capsula Vostok 1 lanciava romanticamente verso le stelle, ma in pratica soltanto a qualche centinaio di chilometri di quota, l’eroico astronauta sovietico.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.148 - 2011 alla pagina 82

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento