Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
20 Gennaio 2018
Ci sono 305 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Un mese ricco di scoperte

Nessun commento
Commenta

SN2016gfy_NGC2276

SN2016gfy in NGC2276. Immagine realizzata da Paolo Campaner con il telescopio riflettore da 400mm F.5,5

Avevamo chiuso il numero precedente con la notizia di una nuova scoperta italiana che non avevamo fatto in tempo a inserire, perch? arrivata quando la Rubrica era gi? stata impaginata. A ottenerla ? stato il veterano Alessandro Dimai del CROSS di Cortina d’Ampezzo, giunto alla sua scoperta n. 25, che collabora esternamente con il nostro ISSP. L’oggetto ? stato individuato nella galassia a spirale NGC 2276 posta nella costellazione del Cefeo a circa 120 milioni di anni luce da noi. La galassia ospite ? una circumpolare situata a soli 5° dal Polo Nord, quindi visibile tutta la notte e accompagnata a soli 3′ a sud da un’altra galassia a spirale pi? compatta la NGC 2300. Dagli ultimi studi le due galassie sembrerebbero interagire fisicamente, formando anche una bella coppia molto fotogenica. Al momento della scoperta la supernova mostrava una luminosit? pari alla mag. +16,3. Nei giorni seguenti la luminosit? ? aumentata, arrivando intorno alla mag. +15,5. Nella notte del 15 settembre ? stato ripreso lo spettro di conferma dall’Osservatorio del Roque de Los Muchachos con il Nordic Optical Telescope di 2,56 metri posto a La Palma nelle Isole Canarie. Si tratta di una supernova di tipo II scoperta pochi giorni dopo l’esplosione.

Leggi tutte le supernovae scoperte

L'articolo completo è pubblicato su alla pagina

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento