Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
17 Dicembre 2017
Ci sono 218 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Un Giove tutto nuovo: i primi risultati scientifici di Juno

Nessun commento
Commenta

«È stato un lungo viaggio per raggiungere Giove, ma questi primi risultati già dimostrano che ne è valsa la pena» Diane Brown – Juno program executive presso la NASA, Washington

Se pensiamo ai pianeti del nostro Sistema Solare, sicuramente, al primo o al secondo posto non potremo non rammentare il re, il gigante gassoso Giove. È un mondo affascinante, in cui tutto è gigantesco e portato all’estremo. È ben nota, anche a chi non si interessa troppo di astronomia, la sua Grande Macchia Rossa, l’incredibile ciclone che imperversa indisturbato da secoli e che sarebbe in grado, per dimensioni, di inghiottire la Terra intera. Giove è sicuramente uno dei target osservativi più apprezzati anche dagli appassionati: la sua ricca atmosfera, decorata da fasce, festoni e colorate formazioni nuvolose fornisce sempre nuovi dettagli a chi si dedica alla sua osservazione telescopica.

Dal punto di vista scientifico, il pianeta è stato oggetto di numerosi studi, compiuti sia da Terra sia dallo spazio, grazie alle sonde spaziali, come la sonda Galileo, le Voyager o le Pioneer che, negli anni, hanno raccolto preziose informazioni per consentire agli scienziati planetari di costruirsi un’idea sulle caratteristiche e le dinamiche che governano questo pianeta.
Poi è arrivata Juno…

In questo report riepiloghiamo le novità presentate negli articoli scientifici pubblicati di recente su Science e Geophysical Research Letters.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.213 - 2017 alla pagina 40: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento