AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
10 Agosto 2020
Ci sono 217 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line

Tempesta su Saturno – La più estesa e luminosa degli ultimi decenni

Nessun commento
Commenta
Tempesta Saturno

Due immagini inviate a Terra dalla sonda Cassini che, per motivi legati alla geometria della sua orbita rispetto al pianeta, soltanto a fine dicembre è riuscita a riprendere fortunosamente la tempesta che già da parecchi giorni stava imperversando su Saturno. A sinistra (A) una ripresa del 2 gennaio 2011, realizzata da una distanza di 2,9 milioni di chilometri. A destra (B) la prima ripresa, quella del 24 dicembre (1,8 milioni di chilometri). In basso (C) un ingrandimento della straordinaria perturbazione atmosferica situata a una latitudine di circa 34°N, in quel momento lunga già 70 000 km. La colorazione bianca sembra sia dovuta alla presenza di cristalli ghiacciati di ammoniaca.

Dopo gli anomali cambiamenti avvenuti su Giove negli ultimi tempi, con l’improvvisa sparizione della fascia equatoriale meridionale e i pur effimeri segni lasciati dalla caduta di due asteroidi, anche Saturno sembra essersi deciso a dare un po’ di spettacolo. I primi giorni di dicembre il pianeta degli anelli ci ha infatti regalato la inaspettata comparsa di una gigantesca tempesta in rapida espansione nella zona temperata nord. Il fenomeno non è nuovo, ma è di certo il più cospicuo da venti anni a questa parte,

tanto da poter essere osservato facilmente da Terra anche con piccoli strumenti

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.145 - 2011 alla pagina 28

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento