AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
16 Aprile 2021
Ci sono 199 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

SWELTO – Un laboratorio per la Meteorologia Spaziale

Nessun commento
Commenta

Non c’è dubbio: la stella più studiata dell’Universo, almeno da parte dell’umanità, è il Sole. Le osservazioni sistematiche della nostra stella ormai sono estese su un intervallo di tempo di circa due secoli e adesso riguardano praticamente tutte le bande dello spettro elettromagnetico. Uno degli utilizzi più interessanti di questi archivi di dati riguarda la meteorologia spaziale, o space weather. La necessità di organizzare i dati raccolti sinora e di renderli fruibili per fare previsioni sull’attività solare, giustifica le numerose iniziative che mirano alla gestione attiva dei database, ovvero non solo a fungere da contenitori di dati ma anche a svolgere il ruolo di banco di prova per codici di simulazione. Una di queste iniziative, nata circa tre anni fa e di cui parleremo estesamente in questo articolo, è il progetto SWELTO (Space Weather Laboratory in Turin Observatory), che è stato pensato come strumento per lo studio della propagazione degli effetti delle eruzioni solari nel vento solare e nel mezzo interplanetario, e in generale di tutto ciò che provenendo dal Sole può influenzare la magnetosfera terrestre. Il progetto mira a crescere nelle sue competenze per poter dare il suo contributo a livello nazionale ed europeo nell’ambito della nascente disciplina della Meteorologia Spaziale.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.253 - 2021 alla pagina 50: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento