AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
8 Marzo 2021
Ci sono 255 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Nessun commento
Commenta

Supernovae

A sinistra. La SN 2014bg vanta ben due pre-discovery targate ISSP (gli osservatori di Monte Agliale e di Montarrenti l’hanno infatti ripresa il 3 e il 5 giugno) e una scoperta indipendente del Palomar Transient Factory che l’ha ripresa il 25 maggio con il Keck.2. A destra. La prima della tripletta di supernovae scoperte nell’arco di 5 giorni dal team di Monte Agliale (LU).

Come già anticipato nell’“Ultima ora” dello scorso numero, dal 21 maggio scorso sono diventati ben tre gli eventi di supernova ospitati da galassie del catalogo Messier dall’inizio di questo anno (M82 e M99 in gennaio, e ora M106): sessantuno in quasi 130 anni – da quando cioè, nel 1885, l’astronomo tedesco Ernst Hartwig scoprì la prima supernova al di fuori della nostra galassia (la SN1885A in M31) – con una media di una supernova ogni poco più di due anni… E poi tre in soli cinque mesi: non c’è che dire, un bel primato per il 2014! Della SN 2014bc, scoperta il 19 maggio dal PS1 Science Consortium, che utilizza il telescopio hawaiiano Pan-Starrs1, abbiamo parlato anche nel nostro articolo “Terza supernova del 2014 scoperta in una galassia Messier” pubblicato online nel sito della rivista (www.coelum.com/news) al quale rimandiamo i lettori per maggiori informazioni sull’evento.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.183 - 2014 alla pagina 62

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento