AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
17 Aprile 2021
Ci sono 297 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Soli rossi e soli azzurri nel cielo dei Gemelli

Nessun commento
Commenta
Polluce

La fredda luce di Polluce, nei Gemelli. 1 miliardo di anni di età, 33 anni luce dalla Terra. Telescopio Remoto UAI ASTRA #2, Newton, 800 mm a f/4 con camera SBIG ST10XME su Avalon M uno. Castiglione del Lago (PG). Ripresa di Giorgio Bianciardi.

Guardando la volta stellata alle ore 22:00 circa, durante l’ultimo mese dell’anno, volgendo il nostro sguardo in alto nell’emisfero orientale, potremo vedere quasi allo zenit, la bella Capella, stella alfa della costellazione dell’Auriga, mentre subito al di sotto di essa, alla sua destra (verso sud), troveremo la gigante rossa Aldebaran della costellazione del Toro con, a poca distanza, le belle Pleiadi. Alla sua sinistra (verso nord) troveremo invece le inconfondibili stelle “gemelle” Castore e Polluce, le due stelle principali nella costellazione dei Gemelli. Per gli antichi Greci, questa coppia di fratelli è costituita da un gemello immortale e l’altro mortale: alla morte del secondo, il primo invocò Zeus per poter condividere l’immortalità con il fratello defunto. Zeus benevolo acconsentì, ponendo entrambi i fratelli in cielo, abbracciati per l’eternità.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.250 - 2020 alla pagina 140: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento