×
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
24 Maggio 2017
Ci sono 201 utenti collegati
Atik Cameras
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

SN1987A la supernova dietro l’angolo

Nessun commento
Commenta
apertura-sn1987a-nasa

Le scintillanti stelle e gli sbuffi di gas creano uno scenario mozzafiato in cui trova dimora la testimonianza della morte di una stella, la supernova 1987A, esplosa il 23 febbraio 1987 nella Grande Nube di Magellano, una galassia vicina. L'immagine, che mostra al centro il resto di supernova, con i caratteristici anelli interni ed esterni di materiale, ripresa in tricromia, è composta da diversi scatti della supernova e della sua regione confinante, effettuati con la Wide Field Planetary Camera 2 dell'Hubble Space Telescope nel settembre 1994, febbraio 1996 e luglio 1997. Crediti: Hubble Heritage Team (AURA/STScI/NASA/ESA).

SN1987A è il nome della supernova probabilmente più famosa di tutto il XX secolo e la più studiata dagli astrofisici di tutto il mondo. Il perché di questa attenzione è presto detto: è, finora, la supernova più vicina alla Terra che sia stata osservata negli ultimi secoli. Il prossimo 24 febbraio saranno trascorsi trent’anni esatti dalla sua apparizione nella Grande Nube di Magellano. Una circostanza che ci permette di tratteggiare le caratteristiche di questa esplosione stellare e accennare a ciò che ci ha insegnato questo evento celeste che, per la sua vicinanza, è stato davvero molto gradito dagli astronomi, anche se, nonostante la grande mole di dati finora raccolti, vari aspetti di questa immane esplosione rimangono ancora un enigma da risolvere.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.208 - 2017 alla pagina 32

Hai letto questo articolo su Coelum oppure Online?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento