AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
21 Giugno 2018
Ci sono 231 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line

Risolto anche il Sistema di Procione – Forse per la prima volta in campo amatoriale

Nessun commento
Commenta
Orbita di Procione

La figura mostra l’orbita apparente di Procione B intorno Procione A, supposta come fissa. I due punti rossi sovrapposti indicano la posizione della nana bianca come desunta dalle riprese fotografiche descritte nell’articolo. La corrispondenza è davvero molto buona, specialmente se si considera che la risoluzione del Sistema di Procione non era mai stata tentata a livello amatoriale.

I risultati più che positivi ottenuti con le riprese del Sistema di Sirio A e B (vedi l’articolo su Coelum n. 103) mi hanno in seguito convinto a tentare un’impresa analoga ma ancora più difficile: la separazione di Procione A e Procione B. Anche la brillante stella alfa della costellazione del Cane Minore costituisce infatti, come Sirio, un sistema doppio formato da una stella di sequenza principale e una nana bianca. La differenza di luminosità e la separazione angolare vista da Terra (al tempo delle riprese pari a circa 3 secondi) sono fattori che rendono oltremodo difficile ’osservazione di quel Sistema tanto che, per quanto abbia cercato, non sono riuscito a trovare notizie di separazioni realizzate con strumenti amatoriali, mentre le uniche riprese professionali sono state ottenute da grandi telescopi infrarossi o addirittura da HST.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.154 - 2011 alla pagina 34

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento