AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
28 Gennaio 2020
Ci sono 285 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line

Nuovi scenari per il Sistema Solare

Nessun commento
Commenta

I più recenti modelli numerici stanno mettendo in luce la straordinaria complessità degli eventi che potrebbero aver portato alla formazione dei pianeti come li conosciamo oggi… Di tutte queste novità ce ne parla Claudio Elidoro in quest’articolo di review, corredato da un’intervista a due planetologi italiani.

Masse planetarie troppo piccole, asteroidi di diversa composizione mischiati nella fascia principale, la peculiarità dei Troiani, la remota cintura di Kuiper popolata da svariate tipologie di oggetti e, infine, il mistero dei misteri: l’intenso bombardamento meteoritico di circa 3,9 miliardi di anni fa, iniziato all’improvviso e senza ragione apparente ben 600 milioni di anni dopo l’inizio della formazione del sistema solare.
Ebbene, secondo Alessandro Morbidelli e altri colleghi dell’Osservatorio di Nizza, in Francia, tutti questi enigmi possono essere spiegati da una sorta di gioco di biliardo planetario iniziato quando Giove e Saturno cominciarono ad andarsene in giro e a scompaginare le orbite dei pianeti vicini.
Alla luce di questa interpretazione, che inizia ad essere largamente accettata dalla comunità astronomica, tutto ciò che pensavamo di conoscere sulla formazione e sulla evoluzione del sistema solare deve essere riconsiderata, tanto più in un’epoca in cui la tecnologia ci sta aprendo le porte dell’analisi statistica dei sistemi planetari extrasolari.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.146 - 2011 alla pagina 16

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento