AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
2 Giugno 2020
Ci sono 192 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Notiziario di Astronomia

Nessun commento
Commenta
notiziario astronomia

La rappresentazione artistica dell'asteroide (10199) Chariklo mostra le esatte proporzioni tra le sue dimensioni (di circa 250/275 km) e quelle degli anelli (rispettivamente di 391 e 405 km di raggio). Al momento della scoperta, Chariklo era distante 13,6 UA dalla Terra.

Primo sistema attorno a un asteroide – I due anelli di CHARIKLO

Osservazioni condotte da diversi siti dell’America del Sud hanno reso possibile una scoperta davvero straordinaria: un lontano asteroide situato oltre l’orbita di Saturno sembra essere circondato da due anelli densi e sottili. La scoperta è stata possibile grazie all’occultazione di una stella. Gli asteroidi cosiddetti “Centauri” sono una classe di planetoidi che orbitano intorno al Sole nella fascia orbitale compresa fra Giove e Nettuno, e che hanno la caratteristica di mostrare a volte una certa attività cometaria, quando si avvicinano al perielio. Proprio a causa della loro doppia natura di asteroidi/comete sono stati battezzati in onore della mitologica razza dei Centauri, metà uomo e metà cavallo.

Una palla di lana per ALMA – cucciolo salvato dallo staff dell’ESO

Ha poche settimane di vita il piccolo di vigogna scampato alle volpi nel deserto di Atacama. Famoso per la lana pregiatissima, è stato tratto in salvo dai lavoratori del radiotelescopio, le cui antenne hanno di recente polverizzato ogni record di proposte dai ricercatori di tutto il mondo.

Il Polo Nord della Luna – In un gigantesco mosaico interattivo

Più di 10 mila foto scattate in quattro anni sono state necessarie per creare questa unica composizione della regione polare del nostro satellite naturale. Le immagini in altissima risoluzione arrivano dalla sonda Lunar Reconnaissance Orbiter. La NASA ha rilasciato recentemente un mosaico interattivo del Polo Nord della Luna visto dall’alto (LROC Northern Polar Mosaic). Usando le due Narrow Angle Cameras (NACs) e la Wide Angle Camera (WAC) montate sul Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) sono state scattate più di 10 mila immagini (10581 per la precisione) di una regione grande più di otto volte l’Italia (2,54 milioni km2) con una risoluzione di due metri per pixel. Si tratta di uno dei più grandi mosaici mai creati e sicuramente il più grande mai pubblicato sul web: l’immagine, se stampata, avrebbe un’area di 867 miliardi di pixel e non basterebbe un foglio largo come un campo da football e lungo quasi altrettanto per contenerlo.

Un asteroide viene distrutto dall’effetto YORP – Disintegrato sotto gli occhi di Hubble

È stato fotografato da Terra e dallo spazio mentre si sfaldava, probabilmente a causa dell’effetto YORP. Denominato P/2013 R3, il piccolo oggetto si trova nella Fascia principale, a una distanza media di quasi mezzo miliardo di chilometri dal Sole. Prima erano tre. Poi cinque. E nell’ultima immagine acquisita dal telescopio spaziale Hubble di frammenti se ne contano dieci. I quattro più grandi hanno un raggio di circa 200 metri, e mettendoli tutti sulla bilancia la lancetta segnerebbe qualcosa come 200 mila tonnellate, briciola più briciola meno.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.180 - 2014 alla pagina 9

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento