AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
20 Gennaio 2020
Ci sono 623 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Notiziario di Astronautica

Nessun commento
Commenta

Curiosity

Questa foto, scattata il Sol 93 (9 novembre scorso), riprende Curiosity mentre raccoglie per le analisi un mucchietto di sabbia. Chissà se è stato proprio quel giorno che la famosa “scoperta” si è concretizzata…

Mars Science Lab Curiosity

Marte, Sol 102 (18 novembre 2012). A parte la vicenda della scoperta tenuta per il momento nascosta dalla NASA, trattata alla pagina precedente (restate sintonizzati sui canali di Coelum per avere aggiornamenti in tempo reale…), per il resto Curiosity sta completando l’esecuzione di analisi multiple e incrociate nella zona chiamata “Rocknest”. Gli strumenti di bordo stanno ormai lavorando a pieno regime e i dati provenienti dai campioni di terreno, di roccia e di atmosfera giungono ininterrottamente a Terra.

Mars Exploration Rover

OPPORTUNITY – Marte, Sol 3132 (14 novembre 2012). Il rover si trova all’estremità nord di Cape York, posto al limite esterno del grande cratere Endeavour e sta per completare le analisi della zona chiamata “Matijevic Hill” dove osservazioni satellitari hanno evidenziato una forte presenza di minerali argillosi che evidenziano segni di umidità e idratazione.

ISS – Stazione spaziale

Il 19 novembre è avvenuto l’avvicendamento a bordo della ISS con l’inizio della Expedition 34. Sono tornati a terra gli astronauti Sunita Williams, Yurij Malenchenko e Akihiko Hoshide sulla Soyuz TMA-05M. Il nuovo equipaggio è formato dagli astronauti giunti il mese scorso con la Soyuz TMA-06M: Kevin Ford (comandante della ISS), Oleg Novitskiy e Evgeny Tarelkin, che verranno raggiunti da nuovi compagni con il prossimo lancio Soyuz del 21 dicembre.

Space Shuttle

Con la consegna di Endeavour al California Science Center e il posizionamento di Atlantis all’interno del nuovo enorme padiglione allestito presso il Visitor Complex del Kennedy Space Center in Florida, la distribuzione delle navette nelle loro sedi museali definitive è terminata.

Mars Odyssey

Il 12 novembre la sonda marziana ha eseguito lo scambio fra i due set di controlli ridondanti (e identici fra loro) chiamati Side A e B. Ogni “lato” comprende tutti i sistemi vitali di Odyssey, compresi il computer principale e i sistemi di trasmissione.

Van Allen Probes

Le due sonde chiamate Radiation Belt Storm Probes (nella foto in alto), lanciate lo scorso 30 agosto con il compito di studiare le pericolose fasce energetiche che circondano la Terra, sono state battezzate con il nome dello scopritore di queste fasce, il fisico James Van Allen (1914-2006), che per primo ne ipotizzò l’esistenza poi confermata nel 1958 dalle primissime missioni spaziali.

GOCE

La sonda europea GOCE (Gravity Field and Steady-State Ocean Explorer) che ha appena terminato la sua missione primaria consistente nella misurazione del campo gravitazionale terrestre, ha ricevuto l’assegnazione di una nuova missione: migliorare ulteriormente gli eccezionali dati che ha raccolto finora.

Juno

Mentre la missione della sonda che andrà a esplorare il sistema gioviano sta procedendo alla perfezione, sulla Terra il team che la segue ha reso un giusto omaggio alle industrie italiane che hanno collaborato alla realizzazione del veicolo, organizzando un tour nelle varie sedi con la consegna di una serie di “Awards” di riconoscimento.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.165 - 2012 alla pagina 8

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento