AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
2 Giugno 2020
Ci sono 186 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

NGC 2997, un gioiello nella “macchina pneumatica”

Nessun commento
Commenta

cielo sepolto cartina antlia

L'oggetto che proponiamo questo mese è decisamente facile da individuare a tutte le latitudini del nostro paese. Si tratta infatti della splendida galassia a spirale NGC 2997, situata nell'Antlia, a una non impossibile declinazione di –31 gradi.

Lo scorso mese avevamo accennato all’abate francese Nicolas-Louis de Lacaille, vissuto tra il 1713 e il 1762 e famoso per il suo Coelum Australe Stelliferum: il catalogo celeste nel quale introdusse 14 nuove costellazioni.

Una di queste è l’Antlia, situata a sud della parte centrale dell’Idra, e della quale riteniamo opportuno dare qualche informazione sull’origine del nome. È correntemente tradotta “macchina pneumatica” o “pompa”, ma se andiamo a curiosare sull’etimologia della parola scopriamo che in greco (e nel corrispondente latino) antlìa – termine femminile – ha lo stesso significato del più antico antlìos (maschile) che indicava la stiva o la sentina della nave. Da qui segue anche il neutro antlìon che era la votazza per raccogliere l’acqua che poteva talvolta accumularsi in fondo alla sentina durante la navigazione. È quindi probabile che da quest’ultimo strumento sia derivata la pompa del Lacaille (e in neogreco antlìa significa effettivamente pompa). Forse si tratta di un altro riferimento alla mitica nave Argo, successivamente smembrata fra Puppis, Carina, Vela e Pyxis; ed è certamente triste pensare che quest’antica e gloriosa nave, dopo aver solcato per lunghi secoli i mari celesti, abbia fatto miseramente naufragio finendo in mille pezzi!

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.180 - 2014 alla pagina 52

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento