AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
5 Agosto 2020
Ci sono 267 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Nemesis con Nysa, e Bamberga ci saluta

Nessun commento
Commenta

asteroidi

In ottobre, Bamberga completerà la sua spettacolare opposizione mantenendosi ancora molto luminoso (mag. +8/+9) mentre si muoverà lungo un'elegante traiettoria che lo porterà a invertire il moto proprio sull'angolo nordovest della Balena, al confine con Pegaso. La notte tra il 4 e il 5 novembre sarà facilmente rintracciabile con un binocolo anche da un profano in quanto si troverà circa 3 primi a ovest della brillante stella ro Pegasi, di mag. +4,9.


Siete poi riusciti a seguire il volo di Bamberga? Come sicuramente ricorderete, lo scorso 13 settembre il 14° più grande asteroide della Fascia è arrivato a brillare di una storica magnitudine +8,1 e cinque giorni dopo ha raggiunto una distanza dalla Terra di sole 0,81 UA. Bamberga, l’abbiamo ripetuto più volte negli ultimi due numeri, è un asteroide dall’orbita molto elongata che si avvicina alla Terra ad intervalli regolarissimi di 22 anni; ogni volta salutando così una nuova generazione di osservatori. E si potrebbe pensare anche a una piccola Nemesi, la presunta stella compagna del Sole, che con i suoi periodici e profondi avvicinamenti si ipotizzava un tempo potesse provocare piogge di meteoriti sul nostro pianeta…

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.174 - 2013 alla pagina 66

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento