AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
26 Febbraio 2020
Ci sono 283 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Mini TRACK – Un inseguitore a orologeria davvero tascabile

Nessun commento
Commenta

Mini Track
L’idea di avere uno strumento in grado di inseguire la volta celeste compatto, semplice da usare, facilmente trasportabile e sempre pronto all’uso credo sia nei sogni di molti astrofotografi, costretti a cercare cieli bui sempre più lontani per eseguire i loro scatti. Di sicuro, lo era nei miei fino a poche settimane fa!

Tutto ha inizio per puro caso quando un collega mi mostra un simpatico oggetto che ha fatto accendere la cosiddetta “lampadina” nella mia testa. L’oggetto in questione era un piccolo supporto rotante, ricaricabile manualmente, in grado di compiere un giro in un’ora e di permettere, montandovi sopra piccole macchina fotografiche o smartphone, di eseguire time-lapse con inquadratura in movimento. Appena visto ho subito pensato: “che peccato che faccia un giro solamente in 60 minuti e non in 24 ore… Sarebbe stato un ottimo e compattissimo astroinseguitore! Chissà se…” Era fatta… il “virus” si era ormai annidato nella mia patologica passione per l’autocostruzione e, quasi inconsciamente, ho iniziato a pensare a qualcosa di simile per ottenere il movimento tanto desiderato: un giro al giorno con velocità siderale…

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.169 - 2013 alla pagina 56

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento