AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
10 Aprile 2021
Ci sono 201 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Meglio una CAMERA CCD o una REFLEX DIGITALE? – 2 Lo abbiamo chiesto a tutto il mondo. Ecco le risposte

Nessun commento
Commenta

CCD o REFLEXPubblichiamo di seguito la seconda parte delle numerose risposte ricevute dagli astrofotografi a cui abbiamo chiesto un parere sulle loro preferenze in tema di camere da ripresa.
Finora sembrano in netto vantaggio le camere CCD, anche se si ha l’impressione, leggendo le motivazioni, che continui ad essere trascurato il fattore prezzo, nettamente a favore delle Reflex digitali. Probabilmente tireremo le somme già dal prossimo numero, che sarà anche quello che chiuderà l’inchiesta. Le lettere non pubblicate per motivi di spazio verranno comunque messe a disposizione sul sito della rivista.

CHARLES B. WARD 2 San Jose, CA, USA
Tra CCD e reflex, solo per motivi di prestazioni, direi senza alcun dubbio CCD, soprattutto per via del raffreddamento del sensore e per la disponibilità di modelli monocromatici. Il rapporto medio tra le due tipologie di camere infatti non è molto differente. Ma per quanto riguarda le prestazioni, la differenza tra una reflex e un CCD mono sta come il giorno alla notte. Molti dicono che per l’astrofotografia le cose importanti sono “la montatura, la montatura e poi la montatura”. Io sono del parere invece che basta avere una montatura adeguata alla lunghezza focale della propria ottica, dopo di che, a fare la differenza principale è proprio la camera di ripresa. Ho scelto una camera QSI con un sensore KAF-8300, dotato di una buona superficie e altrettanto buona QE (efficienza quantica): un vero cavallo di battaglia per l’imaging amatoriale. Di questo modello mi è piaciuto in particolare il tutto-in-uno, che include la ruota portafiltri e la guida fuori asse, stipati in meno di 55 millimetri di back focus. Inoltre, il dispositivo di raffreddamento è fantastico: potendo scendere di 45°C sulla temperatura ambiente, non ho mai avuto problemi a portarlo a circa –20°C. Infine non è da sottovalutare la buona reputazione di QSI nel servizio clienti e assistenza…

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.189 - 2015 alla pagina 32

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento