Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
24 Febbraio 2018
Ci sono 194 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

L’Auriga – Prima Parte

Nessun commento
Commenta

Capella

Capella

Qualche numero addietro, descrivendo la costellazione della Lira accennavamo alla singolare disposizione di Vega rispetto a Polaris, la stella polare: prolungando, infatti, tale segmento oltre il Polo Nord celeste della medesima quantità, troviamo un’altra stella che, fatto ancor più curioso, risplende della medesima quantità di luce emessa dal fulgido astro estivo: la dorata Capella. La sua declinazione, pari a 46°, ne fa la stella la più vicina al Polo tra le stelle di prima grandezza. Si rende quindi visibile in ogni notte dell’anno per tutte le latitudini superiori al 44º parallelo: nei Paesi del Nord Europa e fino nell’Italia settentrionale, nella maggior parte del Canada così come nella parte settentrionale degli Stati Uniti e in buona parte della Russia, Capella non tramonta mai, transitando altissima al meridiano nei Paesi alle latitudini temperate e allo zenit in quelli posti alle latitudini medio-settentrionali.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.219 - 2018 alla pagina 150: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento