AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
15 Dicembre 2019
Ci sono 228 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

L’Astronomo che deforestò il MASSACHUSETTS

Nessun commento
Commenta
Etienne Trouvelot

L’unico ritratto fotografico di Etienne Trouvelot arrivato ai nostri giorni, realizzato probabilmente quando l’artista e astronomo francese lavorava presso il Naval Observatory.

Il francese Etienne Leopold Trouvelot è considerato uno dei migliori disegnatori ottocenteschi in campo astronomico, autore di oltre 7000 opere che raffigurano strutture lunari, pianeti, comete e oggetti del cielo profondo, oltre che di una serie di celebri litografie tratte da tavole disegnate a pastello. Non tutti sanno però che l’astronomia non fu il suo unico interesse, e che in altri campi scientifici il suo nome è ricordato in un contesto sempre molto negativo. Cerchiamo di scoprirne il perché. Si sa molto poco del primo periodo di vita di Etienne Trouvelot. Nato il 26 dicembre 1827 a Guyencourt, paesino del dipartimento de l’Aisne (Francia nordorientale), sembra che fin da ragazzo abbia manifestato un talento artistico fuori dall’ordinario. Una capacità che, al di là delle necessità economiche (cominciò a mantenersi facendo ritratti), amava esprimere per suo diletto soprattutto disegnando insetti.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.161 - 2012 alla pagina 26

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento