Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
20 Settembre 2017
Ci sono 259 utenti collegati
Atik Cameras
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

La Coppa

Nessun commento
Commenta

Costellazione della Coppa (Crater)

Una rappresentazione artistica del classico disegno della Coppa (Crater). GpNoi

Il cielo delle tiepide serate primaverili rappresenta una grande finestra sull’Universo extragalattico. La lontananza della Via Lattea, infatti, riduce il numero di stelle e polveri che filtrano la luce proveniente da lontane galassie. Non solo: gran parte delle stelle visibili a occhio nudo non giacciono sul piano galattico, bensì appartengono al cosiddetto alone, quella porzione della nostra galassia dalla caratteristica forma sferoidale che avvolge e interseca il disco, popolata da stelle non proprio giovani e dalla massa non grande. La diretta conseguenza di questa particolarità è che gran parte delle stelle che popolano l’oscuro cielo di primavera presentano una luminosità apparente media non elevata. È questo il caso di una piccola e antica costellazione: la Coppa.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.210 - 2017 alla pagina 146

Hai letto questo articolo su Coelum oppure Online?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento