AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
25 Agosto 2019
Ci sono 216 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

La Chioma di Berenice – Parte 1

Nessun commento
Commenta

Ricercando quella perduta familiarità fornita da gruppi stellari ormai avviati al tramonto quali le Pleiadi o le Iadi, ecco che, vagando negli oscuri spazi tra il Leone e il Bovaro, l’attenzione viene improvvisamente attratta da un nuovo, quasi inaspettato gruppo di stelle di modesta grandezza: la Chioma di Berenice. Situato a circa un terzo del percorso tra Denebola, che segna la coda del Leone e Alkaid, al termine del timone grande carro (i due terzi sono segnati da Cor Caroli, nei Cani da Caccia), dicevamo che è un gruppetto inaspettato perché, in effetti, chi avrebbe scommesso di trovare un ammasso stellare in un’area celeste così lontana da quelle aree di gas e polveri, poste sul piano galattico, che danno vita a sistemi di questo tipo?

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.232 - 2019 alla pagina 148: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento