Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
18 Novembre 2017
Ci sono 218 utenti collegati
Atik Cameras
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

L’universo in espansione e la legge di Hubble

Nessun commento
Commenta


Non succede spesso che un problema di misura di una costante fisica desti l’interesse dei mass media (almeno di quelli più sensibili alla scienza e alla tecnologia), vale dunque la pena di esaminare un caso recente finito sulle pagine del New York Times. Vediamo dunque di che si tratta, partendo dal contesto necessario per comprenderne le implicazioni.
L’universo in espansione e la legge di Hubble

La grande scoperta alla base della cosmologia moderna è l’espansione dell’universo: le osservazioni hanno infatti mostrato che la separazione fra le galassie aumenta col tempo. Le galassie devono essere però sufficientemente lontane affinché la loro reciproca attrazione gravitazionale non prevalga: infatti tutto ciò che è tenuto insieme da un qualsiasi tipo di forza, come atomi, molecole, pianeti, sistema solare, galassie, gruppi e ammassi di galassie, non si espande. L’espansione è stata scoperta indirettamente analizzando la luce proveniente dalle galassie, che è tanto più spostata verso il rosso, ossia lunghezze d’onda più grandi, quanto maggiore è la loro distanza: si tratta del celebre fenomeno del “redshift”…

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.216 - 2017 alla pagina 48: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento