AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
2 Luglio 2020
Ci sono 258 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Inquinamento luminoso: ecco cosa ci perdiamo ogni notte

Nessun commento
Commenta

inquinamento luminoso

La Via Lattea ripresa da Pian dei Buoi 1 luglio 2014, sopra un manto di nubi illuminate dall’inquinamento luminoso sottostante. Posa di 20 secondi, lunghezza focale 12 mm, f/2,8 ISO 2000. Crediti: Giorgia Hofer

In questo periodo così particolare e strano, in cui tutto è rallentato a causa della critica situazione sanitaria in cui ci troviamo, abbiamo il tempo di ragionare su molte cose. La velocità con cui viviamo sempre ogni situazione, dal lavoro alla vita privata, dallo sport alle passioni, rischia di farci perdere i migliori momenti delle nostre giornate.
Una cosa che l’astronomia invece mi ha sempre insegnato è l’attendere pazientemente il verificarsi degli eventi in base alle regole e ai tempi della natura. I momenti più belli sono quelli in cui attendi che il cielo si faccia buio, o che la Luna spunti dalle pendici di una montagna. Poi, quando ti accorgi che il luogo che hai scelto per l’osservazione è perfetto, allora lì, in quel momento, esplode la felicità. E si scatena anche quando sei in un luogo buio al punto che non riesci a contare le stelle che vedi sopra la tua testa perché sono talmente tante che calcolarle sarebbe impossibile. Sono consapevole che per molte persone questo sia qualcosa di mai visto o solo un lontano ricordo.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.245 - 2020 alla pagina 100: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento