AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
4 Dicembre 2020
Ci sono 345 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

IL PUNTO SULLA “COMETA DEL SECOLO”: LA ISON è ancora molto acerba ma in settembre sarà fotografabile prima dell’alba

Nessun commento
Commenta
comete cartina ISON

La cartina illustra il percorso apparente della ISON durante il mese di settembre. La scala dell’illustrazione non è però sufficiente per fissare con precisione la posizione della cometa, che quindi dovrà essere cercata e inquadrata aiutandosi con le coordinate equatoriali orarie che potrete trovare nel sito di Coelum nella sezione “Cielo del mese”. Si tenga presente che l’oggetto si sposterà piuttosto velocemente di circa 1 primo d’arco per ogni ora. Molto prossimo alla cometa si muoverà anche Marte, qui raffigurato nella posizione che avrà il 15 del mese.

Avvisiamo i lettori che
le EFFEMERIDI di settembre di Luna, pianeti, comete e asteroidi sono disponibili ONLINE nella sezione “Cielo del mese”, nelle relative rubriche, e ai link seguenti:

In congiunzione eliaca fin dallo scorso mese di giugno, si calcolava che la C/2012 S1 (ISON) sarebbe uscita dal riverbero solare – rivelando finalmente alla comunità astronomica il suo stato di salute – soltanto a fine agosto. L’americano Bruce Gray, un amatore dell’Arizona, è invece riuscito a catturare la flebile immagine della cometa già il 12 agosto, con almeno due settimane di anticipo, riprendendola all’alba quando era alta soltanto +6° sull’orizzonte. L’essere riusciti a scorgerla così presto non sta purtroppo a significare che la ISON sia improvvisamente aumentata di splendore. Anzi… Seguendola fino al 19 agosto è stato infatti possibile calcolare che la sua luminosità totale è soltanto di circa +14,3 magnitudini, ancora in ritardo di quasi due grandezze su quella teorica; lo stesso gap con cui ci aveva salutato in giugno prima di entrare in congiunzione con il Sole. Mettiamola così: rispetto a maggio la situazione non è migliorata, ma nemmeno peggiorata; ciò significa che per il momento non è necessario abbandonare la speranza che entro la fine dell’anno la cometa possa realmente dare lo spettacolo promesso.

Effemeridi complete di settembre/ottobre per seguire la C/2012 S1 ISON

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.173 - 2013 alla pagina 67

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento