AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
20 Luglio 2019
Ci sono 245 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Il Mistero dei Getti dei Buchi Neri Supermassicci

Nessun commento
Commenta

Nell’immagine la radiogalassia Centaurus A, con i suoi lobi di intensa attività nella banda radio Credit: ESO/WFI (Optical); MPIfR/ESO/APEX/A. Weiss et al. (Submillimetre); NASA/CXC/CfA/R. Kraft et al. (X- ray, CC BY-SA)

I buchi neri supermassicci che si annidano nel cuore delle grandi galassie sono, in effetti, dei corpi celesti che per natura sono completamente invisibili: per individuare la loro presenza gli astronomi tipicamente osservano le nubi gassose in orbita attorno a questi corpi estremi. Tuttavia, tali divoratori cosmici possono rivelare la loro presenza anche attraverso la creazione di potenti “getti” di plasma, che portano con sé tanta energia da superare la radiazione emessa dalle stelle della galassia che li ospita.

Tali getti relativistici sono tipicamente presenti in coppia, ognuno dei quali si propaga in versi opposti, le cui particelle viaggiano a velocità prossime a quella della luce.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.233 - 2019 alla pagina 118: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento