AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
22 Luglio 2019
Ci sono 208 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Il Cielo di Marzo

Nessun commento
Commenta

cartina 15 mar 2100 e pianetiMarzo è un mese fin troppo famoso per la sua instabilità atmosferica; inutile, quindi, programmare con largo anticipo le uscite osservative. Meglio vivere alla giornata, cercando di sfruttare al massimo le circostanze favorevoli che, per la scarsa qualità del seeing di questo periodo, saranno comunque più adatte alle osservazioni del cielo profondo.
A notte fonda, le brillanti costellazioni a cui eravamo abituati in inverno declinano a ovest per lasciare il posto a quelle tipicamente primaverili. Ad annunciare la nuova stagione è come sempre il Leone, che con il suo caratteristico profilo già campeggia verso sud, circondato da costellazioni (Leo Minor, Sextant, Coma, ecc.) molto deboli, se non (specialmente osservando dalla città) addirittura “invisibili”. Niente a che vedere, insomma, con le luci rutilanti delle costellazioni invernali. Dobbiamo però renderci conto che il cielo che osserviamo in primavera è proiettato al di fuori del piano della Via Lattea… là dove le stelle sono molto più rare e il cielo è dominato da galassie, percepibili però soltanto al telescopio.

Ricordiamo, inoltre, due importanti eventi nel corso di questo mese: prima di tutto, il giorno 27 si tornerà all’ora estiva (TU+2). In quella data, a partire dalle ore 02:00 locali, bisognerà portare gli orologi avanti di un’ora.
Inoltre, nel fine settimana del 12-13 marzo il disturbo lunare sarà minimo, e si realizzeranno quindi le condizioni migliori per tentare la Maratona Messier, ovvero l’osservazione in un’unica notte di tutti (o quasi) i 110 oggetti del celebre catalogo.

Clicca qui per leggere l’articolo completo!

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.198 - 2016 alla pagina 96

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento