AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
2 Giugno 2020
Ci sono 176 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

I robot ci guardano – Nicola Nosengo

Nessun commento
Commenta

recensioniIl libro di Nosengo ci spiega come la robotica – scienza e tecnologia dei sistemi in grado di operare autonomamente sostituendo lo sforzo umano – si sia evoluta negli ultimi cinquanta anni e prometta di produrre risultati di grande portata in futuro. Di facile lettura per i non addetti ai lavori, risulta interessante anche per chi si occupi di tecnologie dell’informazione (ICT – Information and Communication Technologies) senza essere direttamente coinvolto nella robotica. Nosengo, con una narrazione piacevolmente romanzata, descrive l’evoluzione della progettazione, della costruzione e della commercializzazione delle macchine automatiche iniziando dai robot industriali ormai di largo impiego nell’industria manifatturiera a partire dal settore automobilistico. Piacevole è il continuo confronto fra gli sviluppi industriali dei robot con le previsioni, spesso sfocate, della letteratura e del cinema di fantascienza. L’autore ci mostra come i robot umanoidi, cari alla letteratura fantastica, siano di scarso interesse nelle applicazioni industriali e siano al momento oggetto di ricerche rivolte alla comprensione del funzionamento del modello umano e alle implicazioni di una futura collaborazione diretta di operatori umani con robot. In alcuni casi sono strumenti di promozione dell’immagine delle aziende che li hanno sviluppati più che utili in applicazioni concrete. Ampia e illuminante è la descrizione delle applicazioni robotiche nella casa, in medicina, nella guida di veicoli terrestri e degli aerei, di sicuro interesse è l’analisi delle applicazioni della robotica in campo militare in particolare nella realizzazione di droni, aerei per impiego in azioni di guerra, largamente utilizzati nei conflitti locali e in operazioni antiterrorismo degli ultimi anni.
Al riguardo Nosengo ci mostra come l’utilizzo di armi automatiche o guidate a distanza ponga problemi di natura politica e morale che richiedono attenzione. Un capitolo ci mostra come gli sviluppi tecnologici consentano di realizzare automobili in grado di guidarsi da sole. Veicoli sperimentali, provati sul campo, hanno percorso migliaia di chilometri senza l’intervento di un pilota umano; un veicolo di serie, in grado di posteggiare da solo, dispone già della strumentazione di base che consentirebbe di trasformarlo in un’auto robotica e, probabilmente, un mezzo che si guida da solo produrrebbe meno incidenti di quelli causati dall’imperizia o dalla disattenzione dell’uomo.
Nosengo ci spiega però come l’effettivo impiego abbia ripercussioni di tipo sociale che richiederanno lo sviluppo di nuove norme in tempo certamente non brevi. Grande interesse hanno di recente attratto le stampanti 3D di basso costo. Si tratta di macchine in grado di realizzare direttamente componenti meccanici attraverso la deposizione successiva di gocce di plastica. Lo sviluppo di stampanti in grado di produrre i componenti per la costruzione di una replica della stampante stessa, combinato con la realizzazione di un robot capace di montare la stampante, ci fa intravvedere la disponibilità, in un futuro non lontano, di macchine in grado di replicarsi… Ci stiamo avvicinando ai racconti di Isaac Asimov! Il volume si conclude con una breve selezione di titoli ai quali rivolgere l’attenzione per approfondire alcuni degli argomenti trattati, un elenco di miti da sfatare e di spigolature che possono attrarre l’attenzione del lettore distratto. L’Indice analitico consente di utilizzare l’opera come riferimento anche a chi non la volesse leggere per intero.

Invitiamo tutti i lettori a leggere e ad esprimere la propria opinione commentando le schede pubblicate sulla rivista dal n. 178 e online su Libri e Recensioni. Per maggiori informazioni: http://padovacultura.padovanet.it

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.180 - 2014 alla pagina 71

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento