AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
13 Agosto 2020
Ci sono 317 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Hubble inquadra la “Galassia Rubin”

Nessun commento
Commenta
UGC 2885

Crediti immagine: Crediti: NASA, ESA, and B. Holwerda (University of Louisville)

La galassia a spirale, immortalata in questa ripresa del Telescopio Spaziale Hubble, è una delle più grandi del suo tipo. UGC 2885, estesa 2 volte e mezzo la Via Lattea, ospita un numero di stelle dieci volte superiore rispetto alla nostra galassia. Nonostante le sue impressionanti dimensioni, è una galassia tranquilla, non avendo subìto interazioni con altre grandi galassie e avendo gradualmente acquisito idrogeno gassoso dallo spazio intergalattico. Tale carburante alimenta una modesta formazione di nuove stelle, a un tasso pari a metà di quello della Via Lattea. Anche il buco nero supermassiccio che dimora nel cuore di UGC 2885 è un “gigante dormiente”: la galassia è priva di deflussi di materiale provenienti da galassie nane satelliti, che potrebbero contribuire all’alimentazione del buco nero.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.242 - 2020 alla pagina 102: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento