AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
22 Luglio 2019
Ci sono 428 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

GROOMBRIDGE 1830 – Una saetta esplosiva tra le stelle

Nessun commento
Commenta
Groombridge 1830

La compositazione di due fotografie della Groombridge 1830, ripresa a distanza di circa 13 anni, mostra l’eccezionale spostamento angolare (quasi 100 secondi d’arco) avvenuto nel periodo. Il campo inquadrato è di circa 1,2°.

Vagando senza meta tra gli oggetti del cielo notturno, magari con la segreta speranza di imbattersi in tesori mai visti da altri, capita spesso di sorvolare stelle la cui flebile luce non porta certo a immaginare che possano nascondere storie importanti o straordinarie peculiarità. E capita anche, facendo il percorso inverso e cercando prima tra i libri e gli atlanti celesti, di mettersi poi a rincorrere in cielo stelline dalle sigle strane e suggestive, come ad esempio GROOMBRIDGE 1830.
Anche se localizzata in una zona alquanto spoglia di punti di riferimento, trovare questa stella non è difficile; utilizzando un comune binocolo e puntando esattamente a metà strada tra la seconda stella dei Cani da caccia, Chara (ß CVn) e la luminosa coppia Alula Borealis ( υ UMa) e Alula Australis (ξ UMa), si noterà un triangolo formato da due stelle di sesta e una, appena più debole, di settima grandezza: quella posta sul vertice, tra l’altro rivolto verso nord, è proprio quella che andiamo ora a descrivere.

Per una versione estesa dell’articolo cliccare QUI

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.159 - 2012 alla pagina 30

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento