AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
15 Novembre 2019
Ci sono 202 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Galassie sperdute o mai trovate storie narrate intorno alla testa del Drago

Nessun commento
Commenta

nel cielo cartina draco

La cartina del mese abbraccia la regione circumpolare in cui si affaccia la testa del Dragone, interessata anche dalla presenza del Polo nord dell’eclittica (il cerchietto blu con la sigla Pec). I tre oggetti di cui parliamo questo mese, le galassie NGC 6643, NGC 6503 e UGC 10822, sono quasi allineate tra loro e dislocate a distanze crescenti dal Polo nord celeste.


Ben alta sulle nostre teste in questo periodo dell’anno, la costellazione del Draco si snoda attorno al Polo nord celeste, insinuandosi tra le due Orse e protendendo la testa verso l’Ercole, l’eroe greco da cui, secondo la mitologia greca, l’animale verrà ucciso. Lunghissima (la sesta più grande costellazione per estensione), circumpolare (e dunque sempre al di sopra dell’orizzonte), per l’osservatore visuale questa zona di cielo offre numerose attrattive, come ad esempio quella di ospitare il Polo nord dell’Eclittica, situato proprio nei pressi della testa della mitica creatura. Ed è proprio in quei dintorni che andremo alla ricerca di tre galassie misconosciute. Tutte diverse (la terza addirittura invisibile malgrado sia più grande della Luna piena), e tutte e tre legate da una caratteristica comune davvero insolita: nessuna di esse è stata scoperta da W. Herschel!

The Lost in Space Galaxy – Il primo oggetto di questo mese lo si trova facilmente puntando gli strumenti un paio di gradi a sud delle stelle y1 e y2 Draconis (rispettivamente di mag. +4,6/+5,4). Così facendo dovrebbe entrare nel campo del telescopio una larga lama di luce, affiancata sulla sinistra da una stella di ottava magnitudine. È la galassia a spirale NGC 6503, scoperta il 22 luglio 1854 dall’astronomo tedesco Arthur von Auwers (1838-1915); o per meglio dire, futuro astronomo, in quanto all’epoca Arthur era soltanto uno studente di 16 anni che si dilettava a osservare il cielo con il suo rifrattore da 66 millimetri di diametro! Questo fa capire che ci si trova di fronte a un oggetto particolarmente grande (più di 7′ di lunghezza, ma nelle foto più profonde arriva a sfiorare i 10′) e luminoso (mag. +10), alla portata di qualsiasi strumento.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.192 - 2015 alla pagina 50

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento