AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
19 Giugno 2018
Ci sono 244 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Abbonamento On-Line

Abbonati a Coelum Digitale: leggi 11 numeri in formato digitale ad alta risoluzione direttamente dallo schermo del tuo PC!

Clicca qui per leggere questo numero on-line
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Cieli Extraterrestri – I fenomeni celesti osservabili dagli altri pianeti del Sistema Solare – Parte 1

Nessun commento
Commenta
paesaggio mercuriano

A un paesaggio mercuriano di fantasia, ma sicuramente verosimile, abbiamo sovrapposto la fotografia del sistema Terra- Luna ripresa dalla sonda MESSENGER il 6 maggio 2010 da una distanza di 183 milioni di chilometri. Nel cielo di Mercurio, il nostro pianeta e la sua Luna brillavano come un pianeta doppio, rispettivamente di magnitudine –5 e –0,7, con i due oggetti separati da 16’. Inutile dire che sia la Terra che la Luna visti da Mercurio si mostrano come dischetti e mai in fase falcata.

Se è vero che ci sono più cose in cielo di quante possiamo sognarne su questa terra, allora potrebbe essere giustificato chiedersi se nel cielo degli altri pianeti non accadano fenomeni che – pur guidati dalle medesime leggi fisiche – ci sembrerebbero davvero inconsueti se fossimo lì ad osservarli. Colori, velocità, masse, forme e volumi diversi… ambienti per lo più ostili alla vita, e cieli scurissimi dove si muovono
lune grandi e piccole, con notti che durano mesi o poche ore, o dove il Sole può invertire all’improvviso il suo moto apparente… In questo articolo proveremo a fare un esercizio tipico della letteratura d’immaginazione, visitando cieli estranei alle nostre comuni esperienze.
MERCURIO
Cominciamo proprio da Mercurio il nostro tour, ovvero dal cielo osservabile dalla superficie di un pianeta dotato di un’atmosfera sottilissima, completamente trasparente ai raggi solari; tanto che un ipotetico esploratore terrestre vedrebbe il cielo nero anche di giorno, così come appare dalla Luna, ma con la differenza che il disco del Sole visto da Mercurio è molto più grande e la radiazione solare più potente…

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.164 - 2012 alla pagina 14

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento