AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
10 Dicembre 2019
Ci sono 299 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Chandrayaan-2 – Cronaca di un (quasi) allunaggio

Nessun commento
Commenta

La seconda missione indiana per l’esplorazione lunare è stata lanciata il 22 luglio scorso e dopo essere entrata nell’orbita della Luna nei primi giorni di settembre, ha rilasciato il lander Vikram, che avrebbe dovuto allunare il 6 settembre, facendo dell’India il quarto paese a condurre un atterraggio morbido sul nostro satellite naturale. L’agenzia spaziale indiana (ISRO) ha però perso i contatti con la sonda a soli 2,1 km di altitudine. Con ogni probabilità Vikram, che è stato identificato dall’orbiter sulla superficie senza però dare segnali di vita, deve aver seguito lo stesso destino della sonda israeliana Beresheet, schiantarsi sulla superficie nell’aprile scorso. Nel momento in cui scriviamo non è ancora chiaro se il lander si sia effettivamente schiantato sulla superficie, anche se le speranze che possa ancora essere in qualche modo operativo sono assolutamente minime.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.237 - 2019 alla pagina 32: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento