Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
22 Novembre 2017
Ci sono 234 utenti collegati
Atik Cameras
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Cassini-Huygens: la Missione Primaria

Nessun commento
Commenta

cassini-apertura

Il progetto della missione Cassini risale alla fine degli anni ‘70. Coinvolse diecimila persone, sette paesi e tre delle principali agenzie spaziali: la NASA, l’Agenzia Spaziale Europea ESA e quella Italiana ASI. Dopo la missione Galileo (di cui abbiamo parlato su Coelum Astronomia 202), volta allo studio di Giove, il programma Cassini-Huygens venne promosso con lo scopo di studiare l’altro gigante gassoso del nostro Sistema Solare, Saturno, visitato prima di allora solo dalla sonda Pioneer 11 nel 1979 e dalle Voyager 1 e 2, nel 1980 e 1981 rispettivamente. La missione prevedeva un orbiter, “Cassini”, e una sonda, “Huygens”: il primo, che secondo la proposta originale doveva esplorare il sistema di Saturno per quattro anni, venne dedicato all’astronomo italiano Giovanni Domenico Cassini a cui si deve la scoperta dei satelliti Giapeto, Rea, Teti e Dione, nonché del caratteristico vuoto tra gli anelli noto appunto come Divisione Cassini. Huygens era invece destinata a diventare la prima navicella ad atterrare su un corpo del Sistema Solare esterno, la luna maggiore di Saturno, Titano, e fu così chiamata in onore dello scienziato e astronomo olandese Christiaan Huygens che la scoprì nel 1655.

Ripercorriamo le tappe fondamentali della Missione Primaria della sonda Cassini, attraverso le straordinarie immagini e le scoperte scientifiche più interessanti.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.214 - 2017 alla pagina 42: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento