×
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
30 Marzo 2017
Ci sono 256 utenti collegati
Atik Cameras
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Viaggiare nel Tempo

Letto 7.147 volte
3 Commenti
Commenta
Prezzo
5.00 €
Non disponibile

di Alessandro Vietti

Da Albert Einstein a Emmett Brown alla ricerca del flusso canalizzatore

Viaggiare nel tempo è in assoluto la possibilità più affascinante che sia stata avanzata dalla fisica dell’ultimo mezzo secolo. Ancora una volta la scienza ha incalzato la fantascienza, e ciò che un tempo sembrava una pura speculazione dell’immaginazione, ha ricevuto l’appellativo di possibile…

Caratteristiche

50 pagine formato 17×24 cm; Ill. a colori; lingua ITALIANO

Edizioni Scientifiche Coelum, 2003

Contenuti
Viaggiare nel tempo è in assoluto la possibilità più affascinante che sia stata avanzata dalla fisica dell’ultimo mezzo secolo. Ancora una volta la scienza ha incalzato la fantascienza, e ciò che un tempo sembrava una pura speculazione dell’immaginazione, ha ricevuto l’appellativo di “possibile”. Tra relatività generale e buchi neri rotanti, cunicoli spazio-temporali e particelle ultraluminali, ci siamo documentati e siamo andati a vedere di capirci qualcosa.

“Se non mi chiedono che cos’è il tempo, lo so”, disse una volta un vecchio saggio. “Ma se me lo chiedono, non lo so più”. La frase, senza dubbio assai suggestiva, è in realtà da attribuire a Norbert Elias, sociologo e storico tedesco di grande fama, con la quale introduce il suo Saggio sul Tempo (vedi bibliografia), e la ragione per cui abbiamo deciso di farla nostra è che, come spesso solo la saggezza popolare riesce a fare, descrive in maniera perfetta l’assoluta enigmaticità e ambiguità del concetto di “tempo” rispetto al punto di vista umano.

Perché, a pensarci bene, il tempo è una cosa davvero strana. E lo è tanto più per il fatto che tutti noi ci viviamo immersi dentro naturalmente come pesci nell’oceano. Esso è parte integrante di ciò che siamo, della materia che ci compone e del mondo che ci circonda. Sperimentiamo quotidianamente le sue leggi inflessibili, e il suo muto ticchettio ci è oltremodo familiare come l’orologio che teniamo al polso. Eppure, riflettendoci, è tutt’altro che facile attribuirgli una definizione che ci soddisfi. Il tempo ci sfugge. Il tempo ci elude…

Si dice che per osservare un fenomeno bisogna porsi all’esterno di esso, e con il tempo non possiamo farlo, perché siamo come “Pinocchio nella balena”. Ne possiamo cogliere l’essenza, intuirlo, avvertirlo, ma qualsiasi tentativo facciamo di circoscriverlo ci spiazza al punto che verrebbe quasi da chiedersi se il tempo non sia una nostra invenzione e se esisterebbe anche senza l’uomo.

Il problema non è da poco, se si considera che volendo provare a viaggiarci, dovremmo almeno capire di che cosa si tratta, ovvero capire dove (o quando) vogliamo andare.

Commenta

3 Commenti a “Viaggiare nel Tempo”

  1. Luca Nardi scrive:

    Non vorrei dire, ma quella citazione è di Sant’Agostino.

    « Che cos’è dunque il tempo? Se nessuno me lo chiede, lo so; se voglio spiegarlo a chi me lo chiede, non lo so più. » [Sant'Agostino, Confessioni]

  2. Gabriele Perna scrive:

    E’ vero, sono parole di Sant’Agostino “Che cos’è dunque il tempo? Se nessuno me lo chiede, lo so; se voglio spiegarlo a chi me lo chiede, non lo so più” .

  3. Tonini Marco scrive:

    Senza addentrarsi in citazioni filosofiche, il tempo, è semplicemente una unità di misura in cui succedono determinate cose……..

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento